Tag Archives: War Horse

Raccontare la storia

8 Mar

warhorseL’app War Horse realizzata da Touch Press insieme a Egmont e Illuminations, ha vinto la sezione Non Fiction del BolognaRagazzi Digital Award 2013; la motivazione recita tra l’altro “combina ingegnosamente testo tradizionale, performance musicale e tecniche fotografiche a 360 gradi…”.

Effettivamente l’app propone il testo del racconto, con le illustrazioni di François Place, affiancato dalla versione audio, per cui è possibile scegliere se leggere il libro da soli o ascoltarlo e seguire il testo sullo schermo. Accanto al testo è possibile far apparire una timeline che segue la vicenda di Albert e del suo cavallo in rapporto alle vicende belliche con relativi approfondimenti. Inoltre è possibile consultare la timeline indipendentemente dal testo e scegliere quale tema mettere in rilievo: se approfondire le vicende accadute su un certo fronte o in un determinato periodo, se fissarsi su una certa battaglia oppure sulla partecipazione di una singola categoria (soldati, civili, donne, cavalli…), osservando cartine, fotografie d’epoca. In più ci sono le interviste all’autore del testo, a curatori di musei, a storici che raccontano di quel periodo in brevi filmati (accanto a cui scorre il testo anche scritto e una serie di immagini che illustrano quanto detto). In più ancora il video di un intero intervento di Morpurgo che, in ottanta minuti, racconta “War Horse” al pubblico, accompagnato da due musicisti.

0707Questo modo di intrecciare il racconto con le notizie storiche a cui esso si lega, di sicuro impatto e interesse per i ragazzi, mi ha ricordato la collana Histoire d’histoire di Rue du Monde all’interno della quale autori e illustratori come Alain Serres, Didier Daeninckx, Pef, Zaü, Marcelino Truong, hanno raccontato episodi della storia del Novecento come le due guerre mondiali, la Resistenza, Hiroshima, il maggio del ’68, la conquista della luna, la Guerra d’Algeria, la Rivoluzione francese, l’11 settembre. I volumi sono costruiti affiancando un racconto alle illustrazioni e a fotografie d’epoca a fondo pagina vicino ad alcune notizie storiche in modo che la narrazione vada di pari passo col progredire dei fatti. Così costruiti possono essere letti già a partire dai 9/10 anni e risultano davvero molto accattivanti (penso in particolare alla trilogia “Les trois secrets d’Alexandra” di Daeninckx e Pef che racconta la Francia di Vichy, la deportazione, la resistenza).

A me sembra un modo vincente di raccontare la Storia.

War Horse

30 Gen

More about War Horse !! ANTEPRIMA !!Arriva in traduzione giusto in tempo per l’uscita del film omonimo girato da Spielberg (che sarà in sala dal 17 febbraio) questo romanzo che Michael Morpurgo ha scritto nel 1982, già diventato uno spettacolo teatrale di enorme successo (basta dare un’occhiata al sito del New London Theatre). La storia nasce nel momento dell’incontro tra lo scrittore e un vecchio avventore del pub del suo paese che gli racconta i suoi trascorsi in Francia, durante la Prima Guerra Mondiale, nella cavalleria. Morpurgo scrive che quell’uomo gli raccontò cose che mai aveva ascoltato o letto sui libri o visto nei film e lo portò quasi per mano tra le vicende che aveva vissuto da ragazzo, tra la paura e l’orrore di giorni in cui poteva parlare e confidarsi solo col suo cavallo. Morpurgo costruisce così la vicenda di Joey, baio ciliegia, e del giovane Albert, tredicenne il cui padre compra quel giovane puledro e glielo affida, della loro complicità, del loro affetto. Finché il padre di Albert vende il cavallo all’esercito inglese che sta per passare la Manica e il ragazzo giura all’animale che lo ritroverà. Il racconto è fatto per voce di cavallo ed è attraverso gli occhi di Joey che vengono descritti gli orrori delle trincee e degli attacchi, l’assurdità della guerra, l’umanità che incontra (in forma di persone e in forma di cavalli). Anche Morpurgo prende il lettore per mano e lo porta in sella a Joey, nella stalla, nelle cure di Emilie e di Friedrich il matto, nei passi arracanti a fianco a Topthorn. Se il film sarà all’altezza del trailer, anche Spielberg prenderà per mano lo spettatore. O semplicemente è la storia, una buona storia che fa questo: ti prende e non ti lascia, fino alla fine e dopo.

Michael Morpurgo, War Horse (trad. di Claudia Manzolelli), Rizzoli 2011, 177 p., euro 15