Tag Archives: Volare

Su nel cielo con gli uccelli

14 Gen

I talenti di Yeoman e Blake si uniscono ancora una volta per dar vita a un albo di giusta misura per essere guardato inzieme e condiviso nella lettura ad alta voce che prova a dare una spiegazione al come gli uccelli volino in cielo.

Un tempo, “molto prima che tu nascessi” dicono gli autori al lettore”, gli uccelli impararono a volare grazie alla famiglia Volavia che abitava in una piccola città e si trovava sempre tra i piedi questi uccelli ficcanaso: non solo intralciavano il traffico o beccavano le gomme delle bici, ma si infilavano in casa, curiosi, appena c’era una porta aperta e, trovando particolarmente confortevole casa Volavia, si accomodavano. Risultato: piume dappertutto, poca concentrazione e guai di vario genere. Fino al giorno in cui il papà Volavia decide di costruire un’Aero-bici perché gli umani possano spiccare il volo e lasciare la strada agli uccelli. Il giorno in cui la famiglia prova la novità, sollevata grazie a palloncini colorati, sarà mica che gli uccelli stanno a guardare: ecco allora che Blake regala ai lettori un cielo punteggiato da volatili, ciascuno ancorato al suo palloncino e poi incredibilmente consapevole di poter battere le ali e volare. Quando le bestiole si accorgono di quel che san fare, Yeoman regala loro una riga di poesia: “Il suono di quell’estasi cinguettante era assordante”.

Un bell’albo anche per imparare a nominare i volatili, a riconoscere le diversità e magari incuriosirsi al loro mondo. Allora si potrà approfondire con Uccelli dal mondo di Robert Hunet, edito da Editoriale Sceinza nella collana I suoni della natura: approfondimenti e notizie corredate da canti e richiami di oltre 60 uccelli da ascoltare premendo gli appositi tasti.

John Yeoman – Quentin Blake, Su nel cielo con gli uccelli ( trad. di Maria Pia Secciani), Clichy 2018, 36 p., euro 17

Airman – Nato per volare

11 Mag

copj13.aspFine 1800, Connor Broekhart ha un grande sogno: riuscire a costruire una macchina in grado di volare. In realtà ha anche un altro sogno, altrettanto grandioso: riuscire a dichiarare il suo amore a Isabella. C’è un piccolo problema però: si conoscono da quando sono bambini ed Isabella è la principessa di un minuscolo regno su un isola resa ricca da una miniera di diamanti. A complicare il tutto si aggiunge un intrigo che porterà il giovane Connor a rinnegare se stesso e la sua nascita e a rinascere come Connor Finn, ladro e quasi assassino…

Un romanzo d’avventura che lascia con il fiato sospeso. Eoin Colfer ci stupisce ancora una volta, regalandoci un solido libro sulla passione per il volo, sulle passioni in genere e sulla capacità degli esseri umani di trovare la forza dentro di sè per resistere ad ogni circostanza.

Eoin Colfer, Airman – Nato per volare (trad. Angela Ragusa), Mondadori 2009, 376 p., euro 16