Tag Archives: Steven Isserlis

Perchè Ciajkovskij si nascose sotto il divano

25 Ott

Vi abbiamo già parlato di questo simpatico violoncellista che ha iniziato scrivere libri di divulgazione musicale per ragazzi. Dice Isserlis che è stato spinto a scrivere questo secondo volume  (il primo era quello dello stufato ricordate?) dalle insistenze delle persone che gli chiedevano quando sarebbe uscito il prossimo libro. Se lo avessi incontrato mi sarei unita al coro delle richieste. Come tanti penso di non brillare per l’educazione musicale ricevuta e apprezzo queste iniziative di iniziazione all’ascolto musicale “for dummies.”

La struttura del volume è quella già rodata: scelta di  sei compositori (questa volta sono Händel, Haydn, Schubert, Ciajkovskij, Dvořák e Fauré), loro biografia anticonvenzionale, ulteriori episodi biografici e guida all’ascolto. Un manuale di musica quindi? Beh siete lontanissimi dal vero se la pensate così. Già dal titolo si capisce che l’intento di Isserlis non è quello di mettersi in cattedra e pedagogicamente spiegare i venerabili della musica, ma metterli in chiave umana, parlando dei loro vizi, virtù e stranezze. E intanto infilare nella narrazione, sciolta e divertente ma senza quei fastidiosi ammiccamenti bambineschi tipici di chi non sa veramente parlare ai ragazzi, la voglia di ascoltare e quelle nozioni che poi ti rimangono in testa. Io, per esempio, mi sono giocata la mia carta ieri a cena dicendo che il primo tentativo di Dvořák di fare eseguire la sua musica in pubblico fu un disastro perché il poverino non sapeva che le trombe non suonano le note come sono scritte nella loro parte tra lo stupore dei musicisti che mi girano in casa che mi hanno detto: “e tu come lo sai?” (grazie Isserlis per questa vittoria!)
Apprezzo anche la scelta di includere in questo volume tra grandi nomi noti a tutti (anche ai super dummies come me) il nome di Fauré che non è una scelta così scontata, sarà perché quell’aneddoto sul piatto di spinaci meritava proprio di essere raccontato? 🙂

Steven Isserlis, Perchè Ciajkovskij si nascose sotto il divano (Trad. di Cecilia Rivers), Curci Young 2013, 333 p., euro 13,90

Perché Beethoven lanciò lo stufato

30 Gen

Sembra di sentire parlare e di vedere muoversi nel loro ambiente i sei grandi musicisti che Isserlis ci racconta. Attraverso la biografia scritta con la lievità di un divulgatore ma con la passione e la competenza di un grande musicista quale egli é, vediamo muoversi nel libro Bach, Mozart, Beethoven, Schumann, Brahms, Stravinsky e sembra di sentire risuonare la loro musica (ed è qui che rimpiangiamo che questo libro non sia disponibile ancora in formato ebook).

Ogni capitolo è dedicato a un musicista ed è strutturato in tre sezioni: un ritratto del compositore,  una guida alla sua musica, una serie di aneddoti e curiosità biografiche tutte rigorosamente vere dal punto di vista storico (a parte lo stufato del titolo come ci avverte Isserlis nell’introduzione). Chiude il volume un sintetico glossario di termini musicali.

“Perché Beethoven lanciò lo stufato” rappresenta un esempio di divulgazione della cultura musicale davvero ben riuscito: un’opera che fa imparare, stimola la curiosità di conoscere la musica contestualizzandola e legandola a dei personaggi storici, che insegna tante cose anche ai genitori, senza mai essere noiosa e destina al giusto posto nella storia della musica anche il pappagallo di quel tipo strano di Stravinsky.

L’autore: Steven Isserlis è un noto violoncellista inglese  http://www.stevenisserlis.com/ che verrà presto in Italia per alcune date nel prossimo mese di febbraio (info qui), per chi volesse provare a farsi autografare il libro e godere di un buon concerto.

Steven Isserlis – ill. di Adam Stower, Perché Beethoven lanciò lo stufato, Curci Young 2010, 192 p., euro 13,90.