Tag Archives: spettri

Il Piccolo Regno

28 Apr

Degli eroi. Questo eravamo. Vivevamo estati eterne, dominate dalla voglia di lasciarci alle spalle la città in cui avevamo trascorso l’inverno, e guadagnare spazio, liberarci dalla costrizione delle sciarpe e dei cappotti.

Nell’estate inglese degli anni Trenta, quattro ragazzi vivono l’avventura che li trasporterà nell’età adulta, quella della Gente Alta, così diversa e incomprensibile.

Merlo, Lepre, Ranocchio e Tasso (voce narrante), passano da sempre l’estate nella casa di campagna. Sono anni in cui la Gente Bassa è ancora in grado di parlare e capire la voce degli animali, da cui i soprannomi dei protagonisti; è il tempo della spensieratezza, della leggerezza e dell’avventura. Fino a quando la scoperta e la violazione di un’antica tomba, trascinerà il quartetto a confrontarsi con altri aspetti della vita e con la durezza della maturità.

Un romanzo sull’età di passaggio, sul superamento della soglia, su cosa vuol dire essere bambini e su cosa significa non esserlo più. Tra i personaggi ritroviamo anche Lawrence d’Arabia, già protagonista di Stella del Mattino sempre di Wu Ming 4, che qui compare negli ultimi anni della sua vita, sotto una luce molto diversa.

Leggendo Il Piccolo Regno si ha l’impressione di leggere un classico della letteratura inglese per ragazzi, di immergersi nelle atmosfere del Giardino Segreto e degli altri romanzi inglesi dell’epoca (ma anche romanzi contemporanei, come il ciclo di Wildwood) C’è solo una nota più malinconica e dolente, che fa da sfondo a tutta l’opera e che la rende per questo, a mio parere, più adatta ad un pubblico più grande.

Come ogni classico che si rispetti è presente una mappa per orientarsi e per seguire gli spostamenti della Gente Bassa.

Per la Gente Alta che vuole approfondire i molti riferimenti del romanzo vi rimando a questo articolo di Wu Ming.

Wu Ming 4, Il Piccolo Regno, Bompiani 2016, pp.231, euro 13

Squadra Cacciafantasmi e la pista di ghiaccio

2 Apr

squadra cacciafantssmiPrimo di una serie inventata dalla prolifica autrice tedesca, ecco una buona storia per i lettori tra gli otto e i dieci anni per i quali non è sempre semplice trovare novità accattivanti da proporre. 

Il giovane Tom, provato dall’esperienza in cantina dove è stato assalito da un fantasma e ovviamente non creduto in famiglia, viene indirizzato dalla nonna e conosce Edvige Rosapepe, esperta cacciatrice di fantasmi con cui mette su una squadra che si propone di liberare i luoghi infestati da spettri più o meno pericolosi. Impara infatti che esiste un’ampia casistica di fantasmi, diversi gradi di pericolosità e che molti possono essere gli stratagemmi da mettere in atto per rendersi immuni dai loro assalti (dal vestirsi di rosso al tenere una borsa dell’acqua calda appiccicata addosso, ma anche profumi, specchi e secchi di terra di cimitero). Qui il fantasma che ha incontrato in cantina è in realtà poco pericoloso e finisce addirittura per piangere a catinelle e svelare la sua storia: è stato sfrattato dalla casa in cui viveva da uno spettro più potente di lui e ora ha bisogno di aiuto. 

Ovviamente questa è solo la prima avventura che coinvolge la Squadra Cacciafantasmi, come si evince del resto dall’elenco delle abbreviazioni fornito a fine testo, per allenarsi in vista delle prossime letture. 

 Il sito dell’autrice. Da questo libro è stato tratto il film Gespenterjäger che esce al cinema in Germania il 2 aprile!

 Cornelia Funke – ill. Fréderic Bertrand, Squadra cacciafantasmi e la pista di ghiaccio (trad. di Alessandra Petrelli), Beisler 2015, 133 p, euro 13,90