Tag Archives: Sofia Gallo

La lunga notte

6 Giu

Più riguardo a La lunga notte

Pedro ha undici anni e comincia il suo racconto il 9 settembre 1973, parlando delle strade di Santiago del Cile dove le donne, i camionisti, i taxisti protestano contro Allende, dove ad ogni angolo i poliziotti presidiano, ma anche colpiscono e arrestano. Un racconto breve, due giorni appena, poco più per fare il ritratto del Cile di quel momento e del colpo di stato che si sta realizzando. Per dire delle differenze sociali, dei generali che appoggiarono Pinochet, delle persone che vivevano tra il fango nelle baraccopoli di periferia, di chi sosteneva le idee di Allende come i genitori del protagonista.

Le violenze, il golpe, la fuga viste attraverso gli occhi di un ragazzino per condensare sulle pagine gli avvenimenti storici poi spiegati, con approfondimenti e fotografie d’epoca, nell’appendice finale che parla della storia del Cile in quegli anni e fino ai giorni nostri, ma anche del sostegno degli altri Paesi. Intanto ascoltatevi un po’ di Victor Jara – ecco la canzone che Pedro ascolta la voce di Flor cantare – o di Violeta Parra, o anche degli Inti Illimani che nel mio primo ricordo son un poster colorato appeso sopra il lettino in cui dormivo. E magari vedete No. I giorni dell’arcobaleno, il film recentemente uscito in sala che narra dei giorni del 1988 in cui Pinochet fu costretto a sottoporre a referendum popolare il proprio incarico di Presidente: un bel film che ripercorre quelle vicende con la figura di un giovane pubblicitario anticonformista – René Saavedra – e i suoi codici comunicativi vincenti.

Sofia Gallo – ill. di Lorenzo Terranera, La lunga notte, Lapis 2013, 71 p., euro 10

Annunci

Leyli che vola

19 Feb

Quanto é bello orecchiare una tradizione culturale diversa dalla nostra! Le sette storie che Sinnos raccoglie in questo volume sono fiabe tradizionali turche che, quando le leggi, evocano una cultura affascinante e diversa da quella cui normalmente sono esposti i bambini italiani. Così è bello potere spiegare cosa è un bagno turco o perchè quello che nelle nostre storie si chiama re qui viene chiamato Sultano. Ma è ancora più bello scoprire che le diversità sono solo apparenti e i personaggi e i temi trattati sono quelli universali.
Il testo a fronte in turco è un altro elemento di interesse: non è pensato solo per un bimbo turco che debba imparare l’italiano ma soprattutto per fare capire che quelle lingue che sentiamo spesso per strada non fanno parte solo dell’oralità, ma di una cultura letteraria.
Un libro da non relegare solo allo scaffale multiculturale delle biblioteche, che si conclude con un approfondimento sulla storia della lingua turca.

Sofia Gallo, Mehmet Faith Yilmaz – ill. Francesca Assirelli, Leyli che vola e altre fiabe dalla Turchia, Sinnos, 2012, 127 p, euro 11