Tag Archives: Marguerite Duras

Ah! Ernesto!

24 Apr

Cominciato nel 1968 e pubblicato tre anni più tardi, “Ah! Ernesto!” è l’unico testo di Marguerite Duras scritto per bambini; è stato ripubblicato in Francia nel 2013 da Thierry Magnier che l’ha fortemente voluto in occasione del centenario dell’autrice che si sarebbe celebrato l’anno successivo, accompagnandolo da un altro testo intitolato “Ah! Duras!” che ne spiega la genesi. In questo video l’editore racconta il significato della sua scelta, rimarcando – come nella seconda parte del testo peraltro – che questo è un bel libro, che non esistono “libri per bambini” ma letteratura, che lui non vuole “libriccini” dalle definizioni sminuenti” ma solo bei libri.

Il testo di Duras mette sulla scena un bambino, i suoi affranti genitori e il maestro. Dopo il primo giorno di scuola, Ernesto è arrivato a casa dicendo che non ci tornerà perché gli insegnano “solo cose che non sa”. Nel contraddittorio col maestro, dall’alto dei suoi sette anni sancisce che le cose le imparerà per forza e grazie alla capacità di dire no: ha dalla sua l’anticonformismo insolente, la ribellione pura, la passione con cui difende le sue scelte. Il suo no detto a voce ferma e alta è una presa di posizione, un manifesto di vita, una chiara visione del mondo nonostante la sua mamma si ostini a dichiararlo orbo e a indicare gli occhiali che porta. E del resto, la scelta dell’autrice di dargli il nome di battesimo di Che Guevara è già chiara indicazione dello spirito del suo protagonista.

Katy Couprie accompagna il testo con immagini che alternano oggetti, animali, forme quasi fossimo in una camera delle meraviglie, assaggio del mondo che Ernesto sa vedere e sa definire a meraviglia (la farfalla nella teca viene detta “un crimine”). Nel testo “Ah! Duras!” si può approfondire – grazie anche a lettere, fotografie e documenti – la figura dell’autrice, il suo rapporto con questo testo e l’intreccio del testo con lavori cinematografici e spunti diversi: il libro quindi sarà ghiotto per gli adulti che amano la Duras e per chi trova interessante girare intorno a un testo, saperne la genesi, gli scambi di pareri e le riflessioni che ci stanno dietro, dov’è nato e cosa porta nascosto tra le pieghe delle righe.

Ernesto e il suo dire no mi paiono adatti a questi giorni di aprile che stanno intorno al 25, al fare memoria di resistenza e resistenze, di farlo in festa. E dunque, buona Festa d’Aprile.

Marguerite Duras – ill. Katy Couprie, Ah! Ernesto! (trad. di Cinzia Bigliosi), Rizzoli 2018, 78 p., euro 25

Annunci