Tag Archives: Luigi Dal Cin

Sotto le ali del vento

28 Ago

sotto l ali del ventoSi viaggia tutto l’anno, ma l’estate è per la maggior parte delle persone il periodo in cui ci può dedicare alla scoperta di nuovi luoghi interessanti. Molte sono le guide  per bambini e ragazzi in formati diversi che sono uscite in questi ultimi mesi, gettonatissima Milano per via dell’Expo; oggi invece riprendiamo un’uscita editoriale di inizio anno che presenta la città di Cagliari da un punto di vista un po’ diverso. È infatti una narrazione che affida a due giovani gabbiani, alle loro domande e al saggio zio Capitano il racconto della città sia dal punto di vista monumentale che dal punto di vista storico, senza dimenticare la leggenda della sua nascita, anzi partendo proprio da quella.

Elia è un gabbiano curioso e tra le tante cose vuole anche sapere da dove nasce il vento. Proprio di lì nasce una sorta di viaggio cittadino che porta a scoperte, avventure, attenzione ai particolari che poi i giovani lettori potranno ritrovare durante la visita sul campo. Il volo dall’alto regala possibilità di guardi singolari che si ritrovano nelle illustrazioni che accompagnano il testo, a volte mostrando a mo’ di guida, altre volte suggerendo profumi, brezze e atmosfere e facendo venir voglia di esser lì, già solo per quegli azzurri di cieli e di mare delle carte di guardia. Una lettura che si può accompagnare a una guida turistica tradizionale su cui ritrovare luoghi e monumenti citati e evidenziati in neretto lungo il testo.

Realizzato in collaborazione con Camù – Centri d’Arte e Musei di Cagliari. Il sito di Dal Cin. Il sito di Pia Valentinis. Il sito di Ignazio Fulghesu. Un capitolo in anteprima sul sito dell’editore e una pagina FB dedicata.

Ne approfittiamo per ricordarvi che a Cagliari, dall’8 al 13 ottobre, si svolgerà la decima edizione del Festival Tuttestorie: cominciate a scoprire autori presenti e appuntamenti. Una buona occasione per visitare anche a città, no?

Luigi Dal Cin – ill. Pia Valentinis e Ignazio Fulghesu, Sotto le ali del vento, Lapis 2015, 173 p., euro 10

 

Il canto delle scogliere

8 Nov

canto delle scogliere coverDecimo titolo della collana “Le immagini della fantasia”, realizzata da Panini in collaborazione con la Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia di Sarmede, il libro raccoglie dieci storie e leggende provenienti dalla Scozia accompagnate dalla illustrazioni di Mina Braun, Aurora Cacciapuoti, Giovanni Manna, Marina Marcolin, Clotilde Perrin, Marco Somà, Lizzy Stewart. Ci sono fate, folletti e giganti, ma anche musica e coraggio e gli scherzi e le punizioni che il Piccolo Popolo infligge talvolta a chi osa troppo e non rispetta.

Come già gli altri volumi, il testo è una raccolta di racconti, ma anche di stili diversi; tra i tanti, vi suggeriamo di dare subito un’occhiata a “Morag e il Cavallo d’Acqua” dove Marina Marcolin ha saputo rendere l’atmosfera di bruma, quasi incantata, presente ma evanescente insieme, del lago abitato da una magica creatura. Per non dire del gregge, che pare proprio lì, a portata di mano.

La trentaduesima edizione de “Le immagini della fantasia” è stata inaugurata a Sarmede il 25 ottobre alla presenza di Giovanni Manna che ha realizzato anche l’illustrazione di copertina.

Del libro c’è anche una versione audio disponibile nella biblioteca digitale di Radio Magica: da domenica 26 ottobre sono in onda alle 10 e alle 16,30.

Luigi Dal Cin, Il canto delle scogliere. Fiabe e leggende dalla Scozia, Panini 2014,  48p., euro 14

Un drago sottosopra

1 Lug

dragoQuesta storia è stata scritta a più mani, molte mani, e a distanza: due classi quinte della scuola primaria Govoni di Ferrara hanno collaborato con due pari classi della scuola primaria Rolfi Beccaria di Cuneo, dando voce alla realtà del terremoto che ha colpito l’Emilia lo scorso anno e immaginando ali, coda e occhi fiammeggianti per dare al sisma la forma di un drago. Un drago rinchiuso in una grotta buia e umida, senza via d’uscita, ma anche una bambina negli ultimi giorni di scuola prima dell’estate, alle prese con la verifica, i giochi coi compagni e la paura che il terremoto genera. Ad unirli un sogno: quello del drago, che sogna una bambina dai rossi capelli che lo accarezza, lo consola e lo fa sentire meno solo; quello di Gemma, che sogna di avvicinarsi al drago e di insegnargli a scavare per liberare l’ingresso della sua prigione di pietra ed essere libero. Perché la smetta di arrabbiarsi, contorcersi, agitarsi facendo tremare la terra, proprio come il drago Ajdar di Marjane Satrapi.

Le illustrazioni sono di Ilaria Pigaglio. Su come è nata l’idea, si è sviluppato il progetto e per sfogliare le prime pagine, guardate il sito dedicato; c’è anche una pagina FB.

Un drago sottosopra, scritto dai bambini delle scuole primarie di Cuneo e Ferrara insieme a Luigi Dal Cin – illustrazioni di Ilaria Pigaglio, +eventi edizioni 2013, 69 p., euro 14

Wiligelma Cook

24 Gen

wiligelma

Capita di preparare un incontro di lettura con una classe seconda o terza della scuola primaria e sapere che si aspettano una storia più lunga, ma da leggere tutti insieme fino in fondo. Questo racconto capita a proposito, lungo il giusto, divertente, pieno di animali come piace ai lettori più piccoli.

Storia di una gallina poetessa che vive però alla corte di un conte che non apprezza la bellezza delle parole e nemmeno quella del paesaggio, per cui gli animali sono buoni solo per finire sulla piastra in vista del pranzo e a cui importa solo di farsi bello col Re. Con la complicità della piccola Elisa e dei suoi genitori, le poesie di Wiligelma, scritte sui gusci delle uova, saranno apprezzate proprio dal sovrano, con gran dispiacere e finale avverso per il conte.

Il veloce racconto con gli animali protagonisti mi ha fatto venire in mente tutta la produzione di Christian Oster, di cui in Italia sono tradotti solo i libri per adulti, ma che in realtà ha pubblicato per L’école des loisirs una lunga serie di divertentissimi romanzi brevi per lettori di 7-10 anni, pieni di bestie, orchi, principesse, tutti un po’ sopra le righe.

Intanto info su Luigi Dal Cin e su AntonGionata Ferrari.

Luigi Dal Cin – illustrazioni di AntonGionata Ferrari, Wiligelma Cook, La Scuola 2012, 93 p., euro 7,90

Nel bosco della Baba Jaga

27 Nov

Ottavo titolo della collana Le immagini della Fantasia, frutto della collaborazione tra la casa editrice Panini e la Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’infanzia di Sàrmede che quest’anno festeggia 30 anni, ecco un volume dedicato alla Russia con nove fiabe tipiche riprese da Luigi Dal Cin e illustrate evocativamente da alcuni illustratori italiani e stranieri. Alcune fiabe sonopiù conosciute – come “Il pesciolino d’oro” o “La principessa ranocchia” – altre da scoprire e far scoprire; sono però ancora una volta forse più le illustrazioni a colpire l’immaginario, soprattutto perché in poche pagine si offre esempio di come linterpretazione di un’artista possa lavorare in modo diverso, quasi i ragazzi – sfogliando il libro – potessero trovarsi davanti aun piccolo catalogo di diversi tratti, diversi stili.

La colorata Baba Jaga di David Pintor che porta a spasso al guinzaglio la sua casa che marcia su due zampe di gallina in copertina apre il “catalogo” che continua con Facchinetti, Perrin, Castagnoli (a cosa pensa il suo soldato dall’occhio curioso?), Monserrat, Poliakova (uno splendido gallo da dizionario illustrato d’antan), Wilkon, Kostyukevich. Tra tutti, l’orso di Valerio Vidali è semplicemente essenziale, lussuoso, magico.

Il sito della mostra di Sarmede.

Luigi Dal Cin – illustrazioni di David Pintor, Fabio Facchinetti, Clotilde Perrin, Anna Castagnoli, Pep Montserrat, Sacha Poliakova, Valerio Vidali, Jozef Wilkon, Artem Kostyukevich, Nel bosco della Baba Jaga. Fiabe dalla Russia (progetto a cura di Monica Monachesi), Panini 2012, 48 p., euro 14.

Il grande albero delle rinascite

25 Ott

Lussuosa copertina da accarezzare per questa raccolta di fiabe dall’India, settimo volume della collana Le immagini della fantasia, realizzato da Panini in collaborazione con la Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia di Sàrmede, giunta quest’anno alla ventinovesima edizione. Le illustrazioni, vere protagoniste del libro, sono firmate da alcuni tra i più importanti artisti italiani e stranieri in una galleria che permette di apprezzare stili diversi nell’interpretazione della stessa tradizione. Dieci fiabe che ricordano il valore della generosità e dell’umiltà, che ci insegnano che sono ben trentadue le perfezioni che rappresentano la bellezza, che ci ricordano che di solito è meglio fermarsi se qualcuno per strada ci chiede aiuto. La nostra preferita  – proprio a dover scegliere – è quella che racconta che un tempo gli elefanti volavano. Quando, a causa di un fastidiato asceta, si convinsero a scegliere una dimora fissa si divisero in tre gruppi che posarono le ali: un mucchio d’ali ricoperto di neve diede origine alla catena dell’Himalaya; altri pachidermi le lasciarono e diventarono balene nel mare, altri ancora delfini di acqua dolce. Ma un gruppo scelse di conservare le ali di volare per sempre: ogni stella nel cielo è uno dei due occhi che ogni elefante tiene aperto per assicurarsi di non  cadere e per vegliare sugli uomini. Le illustrazioni delicate di André Neves regalano eleganti elefanti che turbinano in mezzo alla neve.

Luigi Dal Cin, Il grande albero delle rinascite. Fiabe dalle terre d’India, Panini 2011, 48 p., euro 14.