Tag Archives: k.l. going

Una voce di piombo e oro

3 Apr

Di Kelly Louise Going i lettori italiani di età diverse hanno potuto apprezzare I ragni mi fanno paura (Piemme, 2007, nella serie arancio de Il Battello a Vapore) e Il re degli incantesimi (Piemme Freeway, 2015). La neonata collana Vortici presenta una nuova storia che conferma la capacità dell’autrice di portare il lettore al centro della vicenda e di far sì che cammini a lato dei protagonisti, sentendosi partecipe di quello che vivono e dei loro pensieri. In questo caso la storia è insieme lieve e potente, come sa esserlo la voce di Tia, che sogna di diventare una cantante famosa e che ancora non si rende esattamente conto del dono che possiede.

Vive a New Orleans e canta in un coro gospel in cui è una delle poche ragazze bianche. Passa gran parte del tempo con la sua amica Keisha e con lei condivide duetti, sogni e speranze. Il romanzo conduce fisicamente il lettore tra le strade di New Orleans, facendogli saggiare la differenza tra i diversi quartieri, la pericolosità di certe strade, la dimensione sociale. Intanto si avanza anche nella vita della protagonista, si conoscono le invidie e le dinamiche tra i ragazzi che fan parte del coro, la forza e la lungimiranza della loro insegnante, le sfumature delle loro vite. Quella di Ti e della made, cassiera in un supermercato che la condanna a turni massacranti, nasconde un secreto: il papà è in prigione da quando Tia è molto piccola e lei non ricorda nulla né conosce i particolari perché in casa è un argomento tabù. Sarà la violenza urbana che porta all’uccisione per strada di un bambino a scoperchiare il vaso dei segreti, svelando cosa è successo davvero nella notte in cui il padre è stato arrestato e quale sia il peso che la madre di Tia si porta appresso, motivo per cui non accompagna mai la figlia in pubblico e cerca di evitarle ogni contatto col passato. Inevitabilmente la sete di sapere si fa forte nella ragazzina, che si scontra con i pregiudizi altrui e anche con quelle differenze – il colore della pelle, le persone che frequenta – che per lei non hanno mai avuto alcuna importanza.

Il romanzo si legge d’un fiato; ha pagine importanti in cui Tia osserva gli altri e si interroga sul dolore, sul senso del dolore immenso e della vita, su come si reagisce alla vita che succede.

Il sito dell’autrice.

K.L. Going, Una voce di piombo e oro (trad. di Gloria Pastorino), Piemme 2017, 216 p., euro 12, ebook euro 6,99

I ragni mi fanno paura

28 Mag

Tra i vincitori del recente premio Andersen, c’è questo bel libro di K.L. Going pubblicato lo scorso anno: I ragni mi fanno paura è un libro duro e delicato insieme, come inevitabilmente lo sono i suoi temi. L’anno è il 1976, in Georgia: il governatore Jimmy Carter è in lizza per la Casa Bianca contro Gerald Ford e il protagonista, Gabriel, ha appena cominciato le sue vacanze estive. Purtroppo l’inizio delle vacanze segna la fine delle scuole elementari e l’avvicinarsi dello spettro più temibile: le scuole medie e i bulli che, sicuramente, se la prenderanno ancora una volta con lui. Il migliore amico di Gabriel è una ragazza nera, Frita Wilson, incontenibile, coraggiosa e con una grande idea: “Devi scrivere un elenco delle cose di cui hai paura. E poi le affronteremo una ad una”. Si comincia con i ragni e si finisce con… il Ku Klux Klan. In questo libro ci sono gli anni ’70. Walter Cronkite, il Watergate, Martin Luther King, il razzismo. Ma è sopratutto una storia di amicizia vera: quella che fa fare cose impossibili e poi fa arrabbiare, che ti manda in mille pezzi ma anche ti mette le ali, che dice che “la paura scompare se hai qualcuno da amare”.

Il sito dell’autrice: www.klgoing.com

K.L. Going, I ragni mi fanno paura, Piemme junior, Il battello a vapore. Serie arancio, 2007, 217 p., euro 7,50.