Tag Archives: Kate DiCamillo

Little Miss Florida

1 Feb

little-miss-floridaIl padre di Raymie Clarke se ne è andato di casa e lei ha un brillante piano: vincere il titolo di Little Miss Florida 1975 perché lui veda la sua foto sul giornale, si ravveda e torni. Per imparare a far roteare il bastone da twirling, essenziale per il concorso, prende lezioni da una super campionessa insieme ad altre due ragazzine: Beverly Tapinski, che ne è già capacissima, almeno quanto è brava a scassinare serrature con coltello che ha sempre in tasca, e Louisiana Elefante, facile agli svenimenti, orfana di genitori acrobati e desiderosa di intascare l’assegno-premio per garantire cibo e tranquillità alla nonna con cui vive. Raymie sa che non sarà mai la reginetta; vorrebbe solo riportare le cose alla normalità, cullarsi nella sicurezza della frase con cui la segretaria dell’agenzia assicurativa del padre  accoglie i clienti (“Come possiamo proteggerla?) e ascoltare la visione del mondo della signora Borkowski, l’anziana vicina di casa dalla risata  contagiosa e dai discorsi sull’anima. Invece la signora Borkowski muore, Raymie perde il libro della biblioteca che parla del luminoso cammino di Florence Nightingale nella casa di riposo dov’è andata a fare una buona azione e Louisiana deve ritrovare il gatto lasciato al centro per animali. Per di più Louisiana vive con la nonna cercando di fuggire a presunte assistenti sociali che le inseguono, Beverly ha un occhio nero e tutto pare andare a rotoli: solo la loro amicizia, inattesa, bizzarra, ma subito salda permette di andare avanti, di affrontare un’estate insieme e di assaporare quell’attimo in cui tutto sembra compreso e la felicità sbuca all’improvviso, nonostante, e ti gonfia l’anima.

Un bel romanzo tutto al femminile, divertente e nel contempo sottile, per una fascia di età, i 10-12 anni, che a volte fatica a trovare testi di qualità. Peccato per la copertina non proprio azzeccata, o per lo meno che ammicca a una fascia di età anche inferiore.

Il sito dell’autrice.

Kate Di Camillo, Little Miss Florida (trad. di Laura Bortoluzzi), Il Castoro 2017, 199 p., euro 13,50

Annunci

Le cronache di Harris Burdick

31 Ott

More about Le cronache di Harris Burdick

Il fascino di questo libro arriva prima dei racconti e delle parole che contiene; è certamente dato dall’incanto delle illustrazioni che lo hanno originato e dalla storia che sta alla base: quella di un uomo chiamato Harris Burdick che si presenta a metà degli anni Cinquanta a Peter Wenders con quattordici illustrazioni e che – nonostante la promessa di tornare il giorno dopo con i racconti legati a quelle immagini – non tornò mai più e mai fu possibile rintracciarlo. Una storia del genere rende ancora più affascinanti queste illustrazioni, che custodiscono qualcosa di magico, di commovente, di coinvolgente: ti sembra di stare sulla soglia di quei mari, di quelle stanze, di quelle strade.

Chris Van Allsburg ha scritto una storia ispirata a uno dei disegni, ha recuperato quella scritta anni fa da Stephen King e ha chiesto ad altri autori per ragazzi (molti anche tradotti in Italia, ma non tutti. A quando?) di lasciarsi suggestionare. Ne sono nati così racconti più o meno lunghi, alcuni belli da leggere ad alta voce, qualcuno più faticoso (come quello di Sherman Alexie) altri sorprendenti: è il caso del racconto di Cory Doctorow che parla di tempo e di spazio in un maniera godibilissima.

Godetevi anche la tenerezza delle lettere della protagonista di Kate Di Camillo e quella del racconto di Louis Sachar, l’ironia di Lois Lowry e la biblioteca del signor Linden. Poi oggi è il compleanno di Alex Lee (protagonista de “La giusta punizione”), quindi da qualche parte c’è un ragazzino in bicicletta, travestito da alieno pirata, che sta per infrangere una regola e per svelare a te lettore un’allucinante verità…

Poi ovviamente perdetevi a immaginare la storia di mister Burdick, perdevi tra le illustrazioni, incapaci di sceglierne una soltanto: io sono indecisa tra le possibilità offerte da un libro aperto e quelle di una finestra spalancata, tra le luci che scintillano qua e là e la lanterna Capitan Tory. Ma confesso che ero già rapita dalla prima didascalia:  Il ragazzo meraviglia. Una vocina chiese:  “è lui dunque?”. Magia magia magia.

Il sito di Van Allsburg. Il sito che racconta tutto su questo libro, dove si possono trovare non solo le storie, ma anche le musiche che le illustrazioni di Burdick hanno ispirato negli anni, così come le storie che giovanissimi lettori hanno scritto guardando queste immagini.

Ecco cosa dicono della loro esperienza gli scrittori che hanno scritto questi quattordici racconti: 

Chris Van Allsburg, Le cronache di Harris Burdick (trad.  di Giuseppe Iacobaci), Il Castoro 2012, 221 p., euro 18

Luisa, le avventure di una gallina

5 Gen

More about Luisa, le avventure di una gallina

Kate diCamillo è la mia autrice preferita del momento. Per quello che scrive, per come scrive e anche per gli illustratori che la accompagnano nei suoi testi. Ho già parlato assai bene de L’elefante del mago e adesso faccio altrettanto con queste avventure in quattro capitoli di Luisa. Luisa è curiosa, Luisa è in gamba, Luisa è coraggiosa, Luisa è leggiadra. Luisa è una gallina. Una gallina che va per mare, va in città esotiche, va al circo. Sfugge ai pirati che se la voglion cucinare,  ai naufragi, alle fauci del leone, alla gabbia dove l’hanno imprigionata e insegna ad altre galline il sapore e il valore della libertà. Tra un’avventura e l’altra torna a casa a riposare tra le sua amiche; un giorno finalmente comincia a raccontare dei luoghi in cui è stata. E così tutte le sue sorelle si addormentano con lei, col becco sotto l’ala e anche loro dormono il sonno profondo, sereno e senza sogni, come delle vere avventuriere.

E come ci ricorda la quarta di copertina, diceva Emily Dickinson “La speranza è quella cosa con le piume…”

Splendide le immagini di Harry Bliss, celebre vignettista, illustratore del New Yorker e di molti libri per bambini, che regala piccoli gioielli di illustrazioni in cui scoprire particolari nascosti e singolari espressioni di umani ed animali… e rendere così espressiva una gallina (sebben col carisma di Luisa), non è da poco 🙂

Intanto aspetto la traduzioni italiana di Great Joy: albo dal sapore natalizio. Un regalo per il prossimo Natale??!!??

Kate DiCamillo – ill. di Harry Bliss, Luisa, le avventure di una gallina (trad. e adattamento di Roberta Scarabelli), Mottajunior 2009, 54 p., euro 12.

L’elefante del mago

3 Dic

More about L' elefante del mago

E se? Perché no? Sarebbe possibile?

Questo è un libro sul “se fosse” e sul “sarà”, sulle cose che diventano vere anche se sembrano impossibili e lo diventano perché ci si crede talmente che la speranza vince l’impossibile. Un paio di secoli fa, nella città di Baltese, alcune persone sperano che si verifichino avvenimenti al limite del credibile, al limite del miracolo. Un mago vorrebbe fare la magia della vita, quella così incredibile che si realizza una volta soltanto. Peter, orfano che vive con un soldato che in guerra ha perso la ragione, vorrebbe ritrovare la sorellina che dicono morta. Un poliziotto speranzoso vorrebbe dei bambini ad allietare la sua casa. E quando il mago si concentra in teatro per fare la magia più magia allora gli ingranaggi della possibilità cominciano a muoversi e il destino prende vita: perché al posto del mazzo di fiori con cui omaggiare una nobildonna, il mago fa comparire… un elefante. Un elefante che rompe le gambe della nobildonna e la costringe in sedia a rotelle, che porta all’arresto del mago, a un verbale di polizia, all’invidia di un’altra nobile che decide di prendersi l’elefante in casa e metterlo in mostra. Un’indovina aveva predetto a Peter che seguendo un elefante avrebbe ritrovato la sorella. La piccola Adele in orfanotrofio aveva sognato un elefante che l’avrebbe portata “nel posto a cui apparteneva”. L’elefante è la chiave di tutto: un triste elefante nostalgico di casa, messo in vetrina come attrazione per il popolo. Rimane solo da fare combaciare i vari pezzi, i vari destini, incorciare le strade diverse per ottenere la vera magia. Ma tutto, non dimenticate, è possibile.

Sembrava tutto troppo impossibile per essere accaduto realamtne o per essere stato vero. Eppure accadde.

Sul sito dedicato al libro potete anche scaricare un poster con una delle immagini più suggestive del libro: Peter che sussurra all’orecchio dell’elefante. Sul sito dell’illustratrice potete vedere tutti i suoi lavori; questo invece è il sito personale di Kate DiCamillo, autrice de Lo straordinario viaggio di Edward Tulane.

Una piccola nota. Effetti del traduttore automatico: nel risvolto di copertina si parla Maltese: non è una città-cioccolatino, non prende nome dalla razza canina né dal personaggio di Hugo Pratt, la città in cui si ambienta la storia si chiama Baltese.

Kate DiCamillo – ill. Yoko Tanaka, L’elefante del mago (trad. di Stefania De Franco), Giunti junior 2009, 210 p., euro 14,90.