Tag Archives: Jerry Spinelli

La figlia del guardiano

23 Ott

Ho letto questo libro parecchio tempo fa, ma non sono riuscita a scriverne subito. Me lo sono portato dentro in modo che risuonasse a lungo la sua luminosità. Spinelli disegna un personaggio degno di Stargirl e dei tempi migliori; chiude nello spazio delle pagine un mondo che il lettore vede delinearglisi sotto gli occhi, tanto è vivida la scrittura. Ancora una volta il personaggio principale è femmina e fuori dal coro: Cammie vive tra le mura del penitenziario di Two Mills, di cui il padre è direttore, fin dalla prima elementare si è guadagnata il soprannome di Tornado perché fa le cose al volo e, alla vigilia del suo tredicesimo compleanno, ha davanti a sé un’intera estate.

Cammie porta dentro una ferita: la mamma mai conosciuta, morta investita nell’incidente in cui le ha salvato la vita, spingendo lontano il suo passeggino. E cerca una madre: quando Eloda – la detenuta scelta per occuparsi dell’appartamento del direttore, dei suoi pasti e ovviamente della figlia – le ordina di sparecchiare la tavola e mettere i piatti nel lavello, la ragazzina riconosce nel tono di voce la sfumatura esatta che userebbe una madre e decide che farà di tutto perché la donna ricopra quel ruolo, incominciando a chiederle di farle una treccia, nonostante i suoi capelli non abbiano la lunghezza necessaria. In questo compito Cammie si getta a capofitto, come del resto fa tutto: attraversa la città in bicicletta, sballare sfrenatamente con la sua migliore amica Reggie, intrecciare relazioni con le detenute dell’ala femminile, prima fra tutte la debordante Boo Boo. Tutto quello che Cammie cova però da dodici ani è pronto ad esplodere, a fare cortocircuito con quel che si trova a vivere, a diventare rabbia graffiante. Per poi scoprire di aver avuto sotto gli occhi, e ricevuto senza rendersene conto, un grande regalo, esattamente quello che voleva e di cui aveva – almeno per un momento – bisogno.

Jerry Spinelli, La figlia del guardiano (trad. di Manuela Salvi), Mondadori 2017, 312 p., euro 16, ebook euro 8,99

Annunci

Gli indivisibili

4 Giu

Forse se devi arrivare intorno a pagina 220 per dire “ecco, mi piace”, non è che il libro che hai tra le mani ti sia proprio piaciuto. Fatico a dare un giudizio su questo ultimo Spinelli, che mi lascia ancora più perplessa di quanto non avesse fatto Fuori dal guscio, o forse sono sempre ancora troppo abbagliata da Stargirl e Jeffrey Magee per ricordarmi che un autore non tiene sempre lo stesso passo e spesso siamo troppo ben abituati.

La storia è raccontata a due voci, quelle di Jake e Lily, gemelli inseparabili, nati su un treno e affascinati dalla possibilità di poter sentire a distanza il pensiero dell’altro, il dolore di un livido sul suo braccio, la presenza (al punto da non riuscire a giocare a nascondino!): un potere che battezzano il goombla. Finché crescendo diventano più indipendenti l’uno dall’altro, o meglio Jake si trova un gruppo di amici (capitanati per altro da un bullo che decide di prender di mira un bizzambo, versione della schiappa Zinkoff) con cui passare l’estate e Lily si sente improvvisamente tradita dal fratello e deve imparare in qualche modo ad avere una vita sua perché il goombla possa tornare.

Belli gli spunti di riflessione sugli altri, sulle persone normali che si nascondono sotto i bizzambi, sulla vita secondo il nonno dei due gemelli, sul lasciare alla vita la possibilità di accadere. Però la storia rischia di ingranare davvero troppo tardi, quando ormai il lettore può già essersi stufato ed essere sceso dal treno. Peccato perché le fermate verso la fine si fanno più interessanti.

Il sito di Jerry Spinelli.

Jerry Spineli, Gli indivisibili (trad. di Manuela Salvi), Mondadori 2012, 298 p., euro 15

A rapporto dal preside

10 Nov

Una scuola tutta nuova, appena costruita per far fronte al crescente numero di ragazzi; un preside molto emozionato; un professore di musica che ha semplicemente cambiato sede e si è  ritrovato con i vecchi strumenti musicali; quattro allievi di prima molto particolari: un’aspirante scrittrice, l’imbranato di turno, un inventore già celebre e infine Sunny, che ha deciso a priori di farsi espellere per poter cambiare scuola. Questi gli ingredienti del nuovo romanzo di Jerry Spinelli, i cui personaggi riecheggiano quelli indimenticabili di molti altri suoi libri.

Jerry Spinelli, A rapporto dal preside (trad. di Angela Ragusa), Mondadori 2008, Junior +9, 177 p., euro 7,50

Per sempre Stargirl

12 Apr

 

Per chi ha apprezzato, amato, divorato il romanzo di Jerry Spinelli, Stargirl, esce in Italia il suo seguito, appena pubblicato da Mondadori con il titolo Per sempre Stargirl (394 pagine, euro 17): è passato un anno da quando Stargirl ha lasciato l’Arizona e Leo Borlock per la Pennsylvania: proprio a Leo scriverà una lunga lettera, una lettera lunga un anno per raccontargli i suoi nuovi, straordinari incontri. Come sempre in caso di pubblicazione di un seguito (inizialmente non previsto) c’è attesa e insieme qualche timore: ci piacerà? Sarà all’altezza del precedente? Leggere   per verificare…
Il sito dell’autore è sempre www.jerryspinelli.com