Tag Archives: Grégory Panaccione

Il mio amico Toby

4 Giu

Se siete stai lettori della rivista Animals, vi sarete già imbattuti nelle strisce dedicate a Toby, cane-salsiccia veloce e sbarazzino, poi raccolte da Comicout in “Toby. Vite da cani e da padroni”. Toby torna da Renoir – che sempre di Panaccione ha pubblicato anche “Match” e  “Un oceano d’amore” – in questo fumetto senza parole dove si raccontano le giornate del cane, immerso in una natura che spesso la fa da padrona, e del suo umano, un pittore occhialuto. Il punto di vista è ovviamente quello del cane, ritratto nei momenti di gioco, nel tentativo di impietosire il padrone per avere un boccone del suo pasto, nella lotta col solito gatto o nell’abbaiare furioso per avvertire del pericolo. Di Toby, come dei personaggi umani, l’autore sa rendere perfettamente i sentimenti e le emozioni: la gioia pazza di una corsa, la felicità delle coccole, lo scoramento, le domande che si susseguono.

La capacità di Panaccione è di rendere davvero vivo sulla pagina Toby, con tutte le sue espressioni, i suoi tic e i suoi movimenti e di dare così una vera e propria lezione sull’efficacità dell’illustrazione e quindi sulla potenzialità di un senza parole: come molto spesso si dice sugli albi senza parole, la forza delle immagini va al di là delle barriere linguistiche e ne permette un uso in diversi contesti. Vedere la stessa efficacità declinata su un testo più lungo e sottolineata dall’uso sapiente del colore dà l’idea di quanto  testi come questo possano essere utili anche al lavoro di promozione della lettura.

Grégory Panaccione, Il mio amico Toby, Renoir 2018, 144 p, euro 14,90

Annunci