Tag Archives: Giulia Orecchia

Pi. Storia a quadretti

29 Gen

piNella collana ZeroTre di Panini storia in strisce e quadretti con qualche suono e dialogo brevissimo per leggere anche senza saper leggere.

La storia è quella del volpacchiotto Pi, che si porta a casa un uovo trovato mentre passeggia, e del pulcino che esce dall’uovo e che ovviamente lo adotta come mamma. Pi lo deve gestire, consolare, nutrire, addormentare e poi mettersi con lui in ricerca della vera mamma: Si rischia di annegare, ci si aggrappa l’un l’altro, si spiega che non tutte le volpi son cattive, si fa amico.

Le parole e i versi aggiunti servono ai grandi per raccontare; ai piccoli – ci scommetto – bastano le espressioni dei musi e le situazioni che si susseguono sulle pagine per leggere ad alta voce una storia semplice e tenera.

Il sito di Giulia Orecchia.

Giulia Orecchia, Pi. Storia a quadretti, Panini 2012, ZeroTre, 32 p., euro 11.

Giulia e il pirata

27 Lug

More about Giulia e il pirataGiulia ha una nonna di mare e una di città. Quella di mare vive in una casetta in mezzo al paese, con un giardino dove crescono alberi da frutto e basilico per fare il pesto e dalla finestra si vede la piccola isola di fronte con il vecchio faro. La nonna di città le racconta un po’ a casa e un po’ sul tram la storia che sta nel libro L’isola del tesoro, che la bambina non riesce ancora a leggere da sola, e insieme guardano film sui pirati. Così Giulia lascia volare la sua immaginazione e, un po’ al mare un po’ in città, immagina che il guardiano del vecchio faro sull’isola sia stato un tempo pirata, che abbia le braccia colorate di tatuaggi, indossi una maglia a righe e coltivi il basilico per farne la marmellata. Chissà se sull’isola c’è anche un tesoro… Quando Carlone il pescatore porta Giulia in barca verso l’isola, la bambina decide di non scendere al faro, ma di farci solo il giro intorno e di continuare a pescare, visto che Carlone glielo ha insegnato. Chissà se pesca con la coffa…

Guido Quarzo – Giulia Orecchia, Giulia e il pirata, Mottajunior, I Velieri 2012, 61 p., euro 12.

L’astronave dei sogni

23 Mar

Questo è un libro che, senza conoscerlo prima, ho direttamente testato sulle mie figlie: Anna di otto anni e Lucia di quattro. Ottime ascoltatrici, soprattutto la sera, con una strenua resistenza, talvolta esagerata, soprattutto se le storie sono di loro gradimento… praticamente quella sera ho letto tutto il libro, per accontentare Anna, cullare Lucia (che non ha resistito al sonno) e divertire me. Sei storie divertenti, perfette anche da leggere ad alta voce:
L’astronave dei sogni; La principessa dai desideri impossibili; Stefania e le cose difficili; Il coccodrillo che voleva diventare drago; Il principe di daqualcheparte; Piergiorgio il supereroe. Le scrive Loredana Frescura, in genere nota per i suoi libri per adolecenti, che scopro con questi racconti autrice divertente e bravissima anche  nella narrazione per bambini. Ne l‘Astronave dei sogni i protagonisti sognano, vivono i loro sogni e lottano per raggiungere i loro obiettivi: c’è chi vuole fare volare la sua astronave invisibile, cavalieri alla ricerca della loro principessa, bambine cocciute ma alla fine ragionevoli, coccodrilli che vogliono diventare draghi, principi che capiscono di aver sbagliato e amici che ti fanno scoprire di essere un eroe… storie che raccontano il coraggio e la speranza di superare i limiti e le paure che tutti i bambini hanno.

Una bella raccolta di racconti, illustrati da Giulia Orecchia, nella collana “Racconti di scienza” che la casa editrice Editoriale Scienza ha inaugurato ormai da qualche anno coniugando piacere letterario e curiosità scientifica. Idea ancora molto interessate!
Ad ogni storia sono accostati esperimenti e laboratori, semplici semplici e per modalità e per materiali utilizzati, e sembrano offrire alle biblioteche e alle scuole un prodotto davvero completo: storie divertenti più semplici attività da proporre con facilità a bambini curiosi dai 7 ai 9 anni.

Loredana Frescura – ill. Giulia Orecchia, L’astronave dei sogni. Storie e fiabe di scienza, Editoriale Scienza 2011, 64 p., euro 10

Fulmine, un cane coraggioso

20 Apr

More about Fulmine, un cane coraggiosoSiamo la banda dei Liberi mai vinti,

addetta a controllar la nostra terra,

fasci e tedeschi vogliam veder respinti

per libertà, giustizia e mai più guerra.

Abbiam scelto di fare i partigiani

D’accordo coi partiti di città,

siamo studenti, contadini ed artigiani,

siamo il futuro che è già arrivato qua.

I Sassolini Mondadoril, quelli con la fascia oro, raccolgono “poesie e filastrocche  che aprono gli orizzonti”. In questo caso aprono una finestra su una delle più importanti pagine della nostra storia, affidando ad un cane di nome Fulmine il compito di raccontare in rima la Resistenza. Alla ricerca dei suoi padroni Aldo e Nico che sono saliti sulle montagne per raggiungere i partigiani, il cane percorre le varie tappe della vita dei “ribelli della montagna”, portando messaggi, incontrando staffette, traditori, pericoli diversi. Il testo, con le immagini di Giulia Orecchia, è accompagnato pagina per pagina, da testimonianze del tempo: stralci di lettere, testi e fotografie, con un’appendice finale di inquadramento storico.

Anna Sarfatti – Michele Sarfatti – ill. Giulia Orecchia, Fulmine, un cane coraggioso. La Resistenza raccontata ai bambini, Mondadori 2011, 63 p., euro 9.

Lupo lupo ma ci sei?

1 Lug

Dal 2003 questo cartonato continua a stupire e a incantare i più piccoli, vogliamo proporlo nuovamente anche noi, visto che continua ad essere ristampato. Il gioco delle grandi finestre che si aprono dietro i particolari del lupo ci parlano del gioco dell’apparenza e dei suoi inganni. Cosa si nasconde dietro quelli che sembrano gli occhi, la boccaccia, il naso peloso, le zampe del temibile lupo? Ha davvero così paura la Cappuccetta della storia? Una volta capito il meccanismo, i bambini si divertono a cercare di indovinare cosa apparirà ed è incredibile il loro stupore di fronte a quelle immagini (almeno due) che non riescono comunque ad individuare. Perfetto da leggere insieme, ad alta voce.

Il libro fa parte di una serie che comprende anche Vedo vedo cosa vedi? e Guarda guarda… guarda bene! basati sul medesimo meccanismo, sempre delle stesse autrici.

Giusi Quarenghi – Giulia Orecchia, Lupo lupo ma ci sei?, Giunti kids, rist.2007, 24 p. (cartonato), euro 6,90