Tag Archives: Finlandia

Rosso il sangue

17 Nov

simukkaPrimo libro della trilogia di Lumikki (Biancaneve) Andersson si rivela un giallo intrigante con una protagonista che rievoca la Lisbeth Salander di Larsson.

La storia si svolge ai giorni nostri in Finlandia, dove la giovane Lumikki frequenta la scuola superiore a Tampere. E’ una ragazza riservata, introversa, che non vuole assolutamente farsi notare, anzi sembra aver sviluppato la capacità di rendersi quasi invisibile ai suoi coetanei. La sua vita scorre senza problemi e senza sbalzi, proprio come Lumikki vuole. Ma una mattina la scoperta, nella camera oscura del laboratorio fotografico della scuole, di alcune banconote insanguinate, la costringerà a prender parte ad un’avventura di cui avrebbe fatto volentieri a meno.

Il romanzo è un page turner, che unisce al giallo vero e proprio anche il mistero del passato di Lumikki e del perché abbia scelto di vivere in modo tanto singolare. La protagonista può ricordare appunto una Lisbeth adolescente e l’ambientazione nordica influisce non poco nell’accostare questo romanzo a quelli di Larsson, anche se ovviamente non ne presenta la stessa intricata struttura.  Di libri di questo genere (giallo/thriller) per questa fascia d’età non ne sono usciti molti negli ultimi anni, una ragione in più per leggerlo e per consigliarlo.

La serie prevede tre volumi, Bianca la neve (già pubblicato da Mondadori) e Nero l’ebano (di prossima pubblicazione).

Salla Simukka, Rosso il sangue (Trad. D. Sessa), Mondadori, 2014, pp. 264, € 17, (disponibile in ebook € 8,99)

Annunci

Roba da Matti

8 Lug

roba da matti

Nel titolo del libro c’è “matti” sì, ma è da intendersi – anche – con l’iniziale maiuscola perché Matti è il nome del protagonista di questo breve romanzo che ne combina di tutti i colori nel tentativo di correggere quelli che ritiene essere gli errori dell’universo e di realizzare il sogno di vedere finalmente la Finlandia, Paese da cui proviene suo padre. In undici anni i suoi genitori non lo hanno mai accontentato, non gli hanno nemmeno permesso di andare in vacanza con la famiglia del suo migliore amico e né Matti né suo fratello parlano una parola di finlandese… insomma, il loro papà parla poco di suo e non vuol sentire parlare della sua famiglia d’origine.

Matti inanella un guaio dopo l’altro, dando forma di valanga a un castello di bugie che diventa sempre più grande e che finisce per travolgerlo a danno fatto: la sua famiglia lascia la Germania per la Finlandia dove la madre è convinta di aver vinto una casa, i genitori si sono licenziati, i mobili sono venduti. Ma tutto quel che combina il protagonista è una reazione rabbiosa alle bugie che scopre gli sono state raccontate: da anni, come quella dei genitori che hanno sostenuto fin da quando era piccolo di versare un contributo per salvare gli animali , fino alla più recente in cui il padre si inventa un trasferimento e un nuovo lavoro per non essere da meno dei successi del fratello. Se una bugia nasce da un’altra bugia, allora forse la seconda non è poi così grave, pensa Matti. Il grave è invece non riuscire a fermarsi, non riuscire più ad aprire bocca per urlare la verità, per fermare il trasloco, per ammettere di fronte all’amico che è tutto un’invenzione.

Il sito dell’autore.

Salah Naoura, Roba da Matti (trad. di Alessandra Petrelli), Beisler 2015, 126 p., euro 12,90