Tag Archives: fiabe dei grimm

Fearless + Mirrorworld

15 Feb

L’ultimo romanzo di Cornelia Funke è accompagnato da una bellissima App che ne integra ed espande i contenuti.
Questa volta la vicenda si svolge quasi per intero nel mondo oltre lo specchio, ma non mi soffermerò sulla trama per evitare spoiler visto che il romanzo continua proprio dove si è interrotto il primo. La scrittura della Funke, anche in questo caso, è molto convincente e raffinata nelle continue citazioni e rimandi alle fiabe classiche dei fratelli Grimm e alla mitologia europea.
Un discorso a parte mentre invece l’app MirrorWorld che è un ottimo esempio di come dovrebbe essere un’applicazione derivata da un libro.
Questa applicazione infatti non è la classica trasposizione di un romanzo in formato digitale, ma un vero e proprio capitolo a parte che integra i contenuti del romanzo e allo stesso tempo ci offre ulteriori spaccati del mondo oltre lo specchio. Ad esempio è interessante sfogliare un erbario delle piante tipiche del mondo oltre lo specchio. Queste sono citate più volte nel romanzo con una spiegazione appena accennata del loro potere. Nell’erbario possiamo invece approfondire proprio le specifiche di queste piante e vedere come sono fatte. L’app offre anche delle storie che nel romanzo sono soltanto accennate, in una sorta di dietro le quinte dei momenti importanti dei personaggi principali. Sono molto curate anche le illustrazioni che accompagnano i racconti e che in alcuni casi sono dei mini filmati.
A mio parere è questo il modo in cui le app che si rivolgono ai lettori più grandi dovrebbero svilupparsi. Non quindi una  copia del libro cartaceo, ma uno strumento per integrare e per ampliare l’immaginario del romanzo.

Cornelia Funke, Fearless (trad. R. Magnaghi), Mondadori, 2013, pp. 367,  € 17

Mirrorworld

Altre app con questo intento sono: Discworld sull’universo creato da Terry Pratchett e Wildwood la mappa interattiva tratta dal libro.

Cinder

17 Gen

Cinder è una bella sorpresa, una fresca riscrittura di Cenerentola e l’inizio di una saga in quattro volumi che ha come protagoniste le eroine delle fiabe: Scarlett (Cappuccetto Rosso), Cress (Raperonzolo) e Winter (Biancaneve). Per ora l’unico volume uscito è appunto quello dedicato a Cenerentola, qui in versione fantascientifica.

Cinder è infatti un cyborg, cioè un essere umano con rilevanti componenti cibernetiche, che vive nella Nuova Pechino con le due sorellastre e la matrigna. Il mondo dopo essere stato sconvolto da una nuova guerra mondiale, è suddiviso in macro regioni governate da diversi sovrani. Anche la Luna è stata colonizzata ed è la patria di esseri umani con particolari poteri.

La nostra eroina fa il meccanico, nasconde la sua natura cyborg, e sogna come molte coetanee di andare al gran ballo del Principe. Ma nella sua strada verso il ballo, oltre alla matrigna, si trova ad affrontare anche una nuova malattia che affligge gli abitanti della metropoli e per cui non  è ancora stata trovata una cura.

Un romanzo sci-fi che appassiona e diverte, sulla scia delle rielaborazioni delle fiabe con grande originalità e con una scrittura convincente. Se vi piace il genere non potete farvi mancare anche la serie tv Once Upon a Time!

Qui trovate il primo capitolo!

Sito dell’autrice

Marissa Meyer, Cinder Cronache lunari (trad. A. Sogne), Mondadori, 2012, pp. 400, 17,00 €

In una notte buia e paurosa

9 Apr

Adam Gidwitz riscrive le classiche fiabe dei Fratelli Grimm, rendendo protagonisti di un unico grande racconto Hansel e Gretel.Sappiamo infatti cosa ha spinto Hansel e Gretel a scappare di casa, ma siamo sicuri che sia tutto lì? Cosa succede ai nostri eroi dopo aver ucciso la strega che voleva papparseli?

Gidwitz grazie ad alcune delle fiabe dei Grimm ricostruisce la storia che li porterà ad affrontare  nell’ordine uno stregone, il Diavolo e un drago, prima di riuscire a tornare a casa.

Un romanzo nero, che fa paura, un po’ splatter, ma davvero molto divertente,e che in alcuni momenti ricorda La principessa Sposa, per il modo in cui l’autore interviene a commentare la storia.

La componente horror può risultare eccessiva, ma non la dobbiamo all’autore, bensì alle originali versioni dei Grimm.

Vedete, il mondo dei Grimm può essere un luogo atroce. Ma vale la pena di esplorarlo. Perché nella vita, è nelle zone più buie che si trovano la bellezza più abbagliante e la saggezza più fulgida. E ovviamente, un sacco di sangue.

Adam Gidwitz, In una notte buia e spaventosa (trad. Pietro Formenton, ill. Hugh D’Andrade), Salani 2012, pp.123, € 9,99

On Pinterest

Reckless

11 Nov

More about Reckless

“Cos’era che la lacerava dentro e la tormentava come la fame o la sete? Non era amore. L’amore era caldo e morbido come un letto di foglie. Questo sentimento, invece, era scuro come le ombre sotto un arbusto velenoso, e famelico. Oh, se era famelico!”

I fratelli Reckless sono diversissimi l’uno dall’altro. Il più giovane è timido e pacato, mentre il più vecchio è inquieto e temerario. Con la scomparsa del padre Jacob, il maggiore, passa sempre più tempo nello studio di lui in cerca di indizi che lo possano mettere sulle sue tracce. Fino a quando non si accorge che lo specchio è una vera e propria porta tra i mondi, il suo e una versione del suo dove le fiabe non sono racconti fantastici, ma realtà, dove la magia esiste e ogni cosa è possibile. Si ritrova così avventuriero in questo nuovo universo, e ci si trova pure bene, anche se questo mondo è molto più pericoloso e oscuro del nostro. Fino a quando di nascosto il fratello lo segue e  si ritrova vittima di un maleficio. Toccherà a Jacob cercare di salvarlo, cercare di evitare che il fratello diventi un Goyle e perda così la sua umanità.

Il nuovo lavoro della Funke non delude e si colloca sulla scia di quei romanzi (Tre sorelle nel bosco, …) che attingono a piene mani dal repertorio fiabesco e creano nuove storie a partire da questo. La sua scrittura è semplice, lineare e di facile lettura. Diverte il gioco “riconosci la fiaba” che il lettore sarà portato automaticamente a fare.

Cornelia Funke, Reckless (trad. di Roberta Magnaghi), Mondadori 2010, 280 pp., euro 17.