Tag Archives: federica iacobelli

Lev della Radura

7 Lug

Lev TolstojCon la consueta attenzione grafica a cui ci ha abituto RueBallu per la collana “Jeunesse ottopiù”, una nuova biografia per racconto potremmo dire. L’idea alla base della collana, come già saprà chi ne ha sfogliato i titoli precedenti, è quella di raccontare un autore, un personaggio del passato non di certo in modo esaustivo, ma in modo evocativo per far cogliere al lettore certi aspetti, certe sfumature, per introdurlo al suo modo di scrivere, alle sue poesie nel caso ad esempio di Emily Dickinson e Antonia Pozzi.

Qui Federica Iacobelli sceglie di raccontare Lev Tolstoj per quadri: ogni capitolo procede brevemente nella sua vita, da bambino fino alla vecchiaia, incentrandosi sul suo rapporto con la terra, con il luogo in cui è nato, coi campi che circondano la casa e con le famiglie di contadini che li lavorano. Appaiono le sue opere, attraverso la riflessione che l’autore ne fa, le domande che si pone. Il filo rosso è una parola, felicità, che corre lungo tutto il volume, insieme alle illustrazioni di Pia Valentinis che qui sceglie una palette di colori quanto mai apropriata ed efficace.

Federica Iacobelli, Lev della Radura. Un racconto con Tolstoj, rueBallu 2020, 108 p., euro 19

Il dono di Alma

19 Giu

Non posso negare di avere un debole per le illustrazioni di Chiara Carrer. Dopo i superlativi risultati ottenuti con “E’ non è”, un libro che tratta il tema dell’autismo, non potevo esimermi dal vedere la sua interpretazione grafica di un tema ancora una volta scomodo: l’affido. Piccola Alma è una bambina con due case, anzi tante case, una cui ritorna con mamma e papà dopo un po’ di vagabondare tra altre famiglie

La seconda casa dura poco. E dopo ce n’è sempre una diversa. Dura due settimane, dura un mese, qualche volta dura appena un giorno. Per Alma è come fare il giramondo. Mentre aspetta il ritorno del suo papà e della sua mamma, Alma incontra altre mamme e altri papà: altri occhi, altre gambe, altre voci, altri giochi e fratelli e sorelle, altri cibi a tavola per pranzo e altre ore per andare a letto.

Federica Iacobelli narra l’affido con la competenza di chi conosce il tema e con la sensibilità di chi dipinge la complessità una situazione con poche e misurate parole (“altri cibi, altre ore per andare a letto”…)

Chiara Carrer tratteggia una protagonista indimenticabile, riuscendo a sintetizzare l’atmosfera di ogni casa che Alma attraversa nelle fattezze di un personaggio. Colpisce anche la rappresentazione dei genitori, cosi diversi tra l’inizio e la fine del libro, a simboleggiare quel cammino che li ha portati lontano ma che è servito loro a rimettere Alma al centro.

Un libro non facile, non l’edulcorazione del tema affido ma la sua cruda rappresentazione attraverso la solitudine di chi questa situazione la subisce. Solo il finale, con lo svelamento del dono di Alma, attenua questa sensazione.

Federica Iacobelli – ill. Chiara Carrer, Il dono di Alma, Prìncipi & Princìpi, 32 p., euro 14,00.

Uno studio tutto per sé

19 Mag

Prendendo spunto da Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf, Uno studio tutto per sé affronta la tematica delle donne artiste nel corso della storia. Il tema, già trattato in altri libri (si pensi ad esempio i volumi su Artemisia Gentileschi o su Peggy Guggenheim ne Le Sirene della EL) permette qui una carrellata su importanti figure dell’arte femminile dal Cinquecento ai giorni nostri e procede grazie alle voci di tre amiche parigine che frequentano le lezioni d’arte di un famoso pittore, nonno di una di loro. Attraverso lo scambio di mail, le ragazze riflettono sul binomio donna-arte, sulla difficoltà di attuarlo, sulla possibilità di scindere arte maschile e femminile: visitando musei, leggendo manuali, raccogliendo informazioni biografiche, osservando quadri, si confrontano sull’arte, sulla vita, sull’amicizia, sull’inevitabile paura di crescere.
Il libro alterna le riproduzioni delle opere d’arte alle mail delle tre adolescenti (identificate ciascuna da un font diverso). Singolare la numerazione delle pagine (7 di 96; 8 di 96) che permette di sapere sempre… quanto manca alla fine!
Il libro fa parte della collana L’occhiotattile, a cura di Grazia Gotti, dedicata all’arte e agli artisti.

Federica Iacobelli, Uno studio tutto per sé: storie di arte e di amicizia, Motta Junior, 96 p., euro 14,90.