Tag Archives: David Pintor

Minimalario

4 Dic

Un centinaio di animali raccontati in poche righe, ritratti giocati sul filo dell’assurdo, del nonsense e dei giochi di parola, tutti raccolti in un libro dal formato di buon respiro e dalla copertina rigida che renderanno ancora più piacevole la lettura. Ci sono i testi di Carlos Lopez a braccetto con le illustrazioni di David Pintor, che lavorano insieme dal 1993 e già conosciuti nel catalogo Kalandraka con Racconti per bambini che si addormentano subito. Sono storie che fanno ridere, a volte in modo amaro; che dicono di come talvolta sia l’uomo a esser più bestia; che in alcune pagine si legano tra loro grazie a un particolare del testo o dell’illustrazione. Alcune poi paiono quasi degli incipit, delle situazioni che inventano a immaginare il seguito, a inventare il dopo.

Alcune sono decisamente esilaranti, come quella del maiale che non avendo soldi per un vestito per il ballo in maschera rimediò una striscia di fango sulla schiena per travestirsi da salvadanaio ; altre danno dignità pure al povero criceto condannato alla ruota; altre ancora respirano di sollievo rispetto agli stereotipi (la trasformazione del rospo in principe dopo un bacio per fortuna era solo un brutto sogno).

A me i bestiari, fantastici o surreali che siano, fanno sempre venire in mente quella chicca che è Urbuq di Andrea Sottile, con le illustrazioni di Lucia Scuderi: andatelo a riprendere in biblioteca (è fuori catalogo da tanto ormai) e leggetelo insieme a questo, per ritagliarvi un tempo di meraviglia e di sorrisi.

Pinto & Chinto, Minimalario (trad. di Elena Rolla), Kalandraka 2017, 119 p., euro 15

L’Eco

9 Apr

eco

L’eco vive rintanata sulle montagne toscane. Riceve la domenica mattina tra le sette e le undici e ascolta le richieste gentili, arroganti, insicure di chi la interroga, a volte addirittura senza saper bene cosa domandare. Tanto l’eco sa ascoltare persino le incertezze e i silenzi, proprio come quelli del bambino che accompagna il suo papà e che, dopo aver fantasticato su cosa farne delle risposte alle richieste del genitore, se ne sta silenzioso, lasciando che sia l’eco stessa a leggergli nel pensiero.

Io forse a questo albo toglierei le parole. Mi terrei le illustrazioni. Il sole sulle colline e poi il buio della sera a coprire cipressi e monumenti e profili di paesaggio così ben identificabili. Mi terrei tutte le cose non banali e non scontate che i tratti e i colori messi sulla pagina da David Pintor fanno sentire: il vento che sospinge le foglie, il sonno che riempie gli occhi, il pedalare sulla bicicletta, il caldo delle sciarpe intorno al collo e la felice sicurezza con cui il bambino del racconto si regge al suo papà che pedala con una mano in tasca, con una calma che dice la bellezza tranquilla e rotonda di quell’essere in due, stessa sciarpa stessa maglia a righe, a pedalare nel mattino. La bellezza rotonda del volersi bene.

Il blog di Alessandro Riccioni. Il sito di David Pintor e il suo blog.

Alessandro Riccioni – ill. David Pintor, L’Eco, Lapis 2013, 32 p., euro 13,50

Nel bosco della Baba Jaga

27 Nov

Ottavo titolo della collana Le immagini della Fantasia, frutto della collaborazione tra la casa editrice Panini e la Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’infanzia di Sàrmede che quest’anno festeggia 30 anni, ecco un volume dedicato alla Russia con nove fiabe tipiche riprese da Luigi Dal Cin e illustrate evocativamente da alcuni illustratori italiani e stranieri. Alcune fiabe sonopiù conosciute – come “Il pesciolino d’oro” o “La principessa ranocchia” – altre da scoprire e far scoprire; sono però ancora una volta forse più le illustrazioni a colpire l’immaginario, soprattutto perché in poche pagine si offre esempio di come linterpretazione di un’artista possa lavorare in modo diverso, quasi i ragazzi – sfogliando il libro – potessero trovarsi davanti aun piccolo catalogo di diversi tratti, diversi stili.

La colorata Baba Jaga di David Pintor che porta a spasso al guinzaglio la sua casa che marcia su due zampe di gallina in copertina apre il “catalogo” che continua con Facchinetti, Perrin, Castagnoli (a cosa pensa il suo soldato dall’occhio curioso?), Monserrat, Poliakova (uno splendido gallo da dizionario illustrato d’antan), Wilkon, Kostyukevich. Tra tutti, l’orso di Valerio Vidali è semplicemente essenziale, lussuoso, magico.

Il sito della mostra di Sarmede.

Luigi Dal Cin – illustrazioni di David Pintor, Fabio Facchinetti, Clotilde Perrin, Anna Castagnoli, Pep Montserrat, Sacha Poliakova, Valerio Vidali, Jozef Wilkon, Artem Kostyukevich, Nel bosco della Baba Jaga. Fiabe dalla Russia (progetto a cura di Monica Monachesi), Panini 2012, 48 p., euro 14.