Tag Archives: buonanotte

Buonanotte, Gorilla!

16 Feb

Un albo perfetto da leggere prima di andare a dormire, quando magari anche il piccolo lettore sarà come il gorilla protagonista: un monello che non ha alcuna intenzione di chiudere gli occhi e abbandonarsi al sonno.  Un albo dal sapore d’antan, ricco di particolari e con poche frasi, sistemate in balloon: il saluto che i guardiano dello zoo prima e sua moglie poi indirizzano a chi deve riposarsi. Hanno un bell’augurare la buonanotte, lui passando davanti alle gabbia per una ricognizione finale (con il gorilla che apre le porte), lei riportando ogni bestiola al suo posto facendo appunto il percorso inverso.

Come detto, sono i particolari a rendere ricco e interessante questo libro, che permette di aggiungere parole, di inventare una storia, di mettere contorno, di sorridere dell’intraprendenza monella dello scimmiotto, evidentemente uso a comportarsi così ogni sera.

Sul sito dell’autrice, potete farvi un’idea del suo lavoro.

Peggy Rathmann, Buonanotte, gorilla! (trad. a cura di LupoGuido), LupoGuido 2019, 40 p., euro 14

Annunci

Re Valdo e il drago

4 Feb

re valdoChi non vorrebbe diventare un cavaliere e difendere il proprio castello da draghi, bestie e mostruose creature che tentano l’assalto? Ecco un albo da leggere con i più piccoli, riprendendo i loro giochi e la passione di molti appunto per draghi, spade e cavalieri. Tre bambini si improvvisano in un’avventura e costruiscono – sotto la guida di Valdo che si incorona re – un castello grazie ad uno scatolone, drappi e paletti, sacchi e cuscini. Ci sono il ponte, il trono e persino la bandiera, le spade, ma anche il ciuccio inseparabile e piatti e bicchieri per fare la merenda. Si può trascorrere un pomeriggio intero a fare, disfare, costruire, verseggiare, inventar storie e trame; così si perde il senso del tempo (se mai lo si ha) e i giganti, mentre la sera si fa vicina, si portano via gli amici. Il piccolo Valdo rimane da solo, accucciato al buio, ad ascoltare il vento, gli animali, i passi che si avvicinano. Ecco i suoi giganti che vengono a reclamarlo e a riportarlo a casa per bagno e cena, ma nel breve tempo del tragitto verso casa le spalle del papà possono ancora diventare un cavallo per un ultimo, complice momento di gioco.

Le grandi immagini che accompagnano la storia rendono godibile dai più piccoli la condivisione della lettura; sicuramente si identificheranno nei protagonisti. Peccato che non sempre la traduzione in rima/assonanza suoni bene e venga voglia, leggendo ad alta voce, di adattare un po’ il testo per rendere anche più facile la comprensione ai lettori più piccini.

Il sito dell’autore. Oxenbury nel suo studio.

Peter Bently – Helen Oxenbury, Re Valdo e il drago (trad. di Anna Sarfatti), Il Castoro 2015, 32 p., euro 13,50