Tag Archives: Blake Nelson

Destroy all cars

18 Giu

Destroy all cars – Blake Nelson

Blake Nelson, Destroy all cars, Rizzoli 2010, p. 240, euro 15.

Paranoid Park

13 Mag

È bello andare a vedere un film, dopo aver letto il romanzo da cui è stato tratto, e scoprire che si sta assistendo a qualcosa di diverso da quello che si era letto. Intendiamoci, non diverso nel senso che la vicenda è altra oppure è stata distorta, ma è diversa perché raccontata attraverso un linguaggio diverso, quello filmico. Dovrebbe essere sempre così per le trasposizioni, ci si dovrebbe trovare di fronte a opere differenti, cambia il linguaggio, cambia il risultato, ma purtroppo spesso sono delle semplici copie, più o meno fedeli, che non sfruttano il cambiamento di registro per portare qualcosa di nuovo alla parola scritta.Come invece avviene per Paranoid Park di Gus Van Sant, tratto  dall’omonimo romanzo di Blake Nelson, Rizzoli, 130 pagine, 14 euro.
Alex è un giovane skater di Portland, e se sei uno skater non puoi non essere mai passato al Paranoid Park, lo skate park proibito, quello dove girano i migliori. Ma a volte basta un secondo per compiere ciò che non avresti mai pensato di essere in grado di fare. Ed è qualcosa di così grande che non riesci a dirlo a nessuno, nemmeno agli amici. Solo scrivere ti può salvare. Magari una lettera ad una amica che sembra proprio possa capirti.
Il film narra la vicenda in modo rarefatto, sospeso, con improvvisi rallenty su musica elettronica anch’essa rarefatta. Le scene di skate sono dei piccoli capolavori, con le tavole che rallentano prima del salto, i corpi che si piegano nello sforzo prima del balzo. Il film e il libro si compenetrano perfettamente. Sono uno il completamento dell’altro. Dove il romanzo è sintetico, quasi povero di descrizioni, il film ci regala molti scorci di Portland e degli skater locali. Assolutamente da leggere, assolutamente da vedere 🙂

Sito di  Blake Nelson

Trailer del Film

P.s.: il libro di Nelson ha vinto recentemente il premio Grinzane Cavour alla letteratura, come miglior libro da cui è stato tratto un film