Tag Archives: Benjamin Leroy

Susi in piscina

13 Ago

Si prospetta come primo di una serie questo albo agile, scritto in stampatelo maiuscolo con protagonista una buffa e irriverente bambina di nome Susi che probabilmente ha la testa dura e le idee ben chiare. L’impertinente bambina è al debutto nella piscina dei grandi dove ovviamente sfida le regole e il panzuto bagnino che la rispedisce là dove sarebbe il suo posto: nel “pantano” dei piccoli. Sì, lì dove l’acqua ti arriva alle ginocchia, c’è uno che piange, un’altro coi braccioli che però sta a bordo vasca. Urge trovare soluzione per seminare il panico e creare un diversivo per sgattaiolare verso ‘agognata vasca lunga: inutile dire che la trovata di Susi è schifosamente efficiente!

Piace pensare che i lettori alle prim armi potrano affezionarsi a Susi, alle sue marachelle e trovare altri volumi della stessa serie, dalla giusta misura e dal giusto respitro di testo. Azzeccatissimo il tratto dell’illustratore Benjamin Leroy.

Jaap Robben & Benjamin Leroy, Susi in piscina (trad. di Laura Pignatti), 32 p., euro 8,50

 

Appuntamento nel bosco

1 Giu

appuntamento nel boscoRaccontare narrativamente di uccelli, insetti e mammiferi che abitano il bosco, partendo dall’equivoco che parole e nomi possono generare. La pipistrella protagonista annuncia al martin pescatore il suo nuovo appuntamento, l’ennesimo ci suggerisce l’uccello dall’occhio torvo che si chiede se lei, che è un mammifero, si senta accomunata ai precedenti pretendenti dalle ali. Ma la pipistrella non sta nella pelle: questa volta stupirà tutti perché si incontra col cervo. La delusione arriva non appena apre la porta all’ospite: è un cervo volante, un insetto come quelli che lei volentieri si mangia, completamente diverso da quel che si era immaginata e per cui aveva allestito un sontuoso banchetto (con tanto di bottiglia di Chateau Moustique, da notare, prego!). Eppure stare ad ascoltarsi, passare un po’ di tempo insieme fa cadere i pregiudizi e permette di andare contro le apparenze fino al finale… da favola.

Leroy costruisce intorno al testo un mondo di animali con buffe espressioni, affaccendati e insieme partecipi; sia che ci si trovi nel bosco sia nella cucina della pipistrella i particolari tra cui divertirsi sono davvero tanti.

Nelle pagine finali del libro qualche gioco per allenarsi a ritrovare i diversi animali, qualche riga sulla biodiversità e brevi informazioni su uccelli, insetti e mammiferi citati nel testo (scritto per altro con caratteri ad alta leggibilità).

Il sito dell’illustratore.

Sylvia Vanden Heede – ill. Benjamin Leroy, Appuntamento nel bosco (trad. di Laura Pignatti), Sinnos 2016, 61 p., euro 11

Caccia alla tigre dai denti a sciabola

15 Mar

cacciaallatigre

In tempi preistorici, un villaggio vive la sua quotidianità dove cacciatori, raccoglitrici e guerrieri ascoltano le previsioni dello stregone: all’annuncio dell’avvicinamento della tigre dei denti a sciabola, il capotribù Primitivo organizza la difesa. Olun, messo da parte perché giovane e inesperto, decide di andare incontro alla tigre da solo, per dimostrare di essere forte e di saper fare le cose da uomini; infatti impedisce anche a Uma, che gli pare bella come l’arcobaleno dopo la tempesta, di accompagnarlo raddoppiando le possibilità di vittoria. Come arma impugna una lancia e un sassolino bianco regalatogli dallo stregone: in realtà è un gessetto che gli servirà a imprigionare la tigre tracciandole intorno una riga. Nasce il disegno e tutti si esercitano in questa nuova, eroica arte scoprendo ovunque animali. Il giovane eroe ha però sottovalutato Uma che, forte della sua furbizia, usa la stessa arma vincente contro la tigre proprio con l’innamorato, incuriosendolo, indicandogli il sentiero e poi imprigionandolo a sua volta. E guai a dirle ancora che certi lavori non si fanno perché sono solo da uomini 😉

Un albo divertente anche da leggere insieme ad alta voce, per ridere insieme.

Il sito dell’illustratore.

Pieter van Oudheusden – ill. Benjamin Leroy, Caccia alla tigre dai denti a sciabola (trad. di Laura Pignatti), Sinnos 2015, 32 p., euro 11