Tag Archives: António Jorge Gonçalves

Pancia di balena

31 Mag

Dalla Fiera di Bologna 2015 in tanti tornammo con nel cuore e in valigia un albo: Barriga de balena di António Jorge Gonçalves, illustratore portoghese, pubblicato da Patologico. Tra le tante segnalazioni qui quella – sempre puntuale – di Carla Ghisalberti su Lettura Candita. Oggi ne festeggiamo l’edizione italiana per Equilibri, che fonda una nuova avventura editoriale sul fronte narrativa sulla sua consolidata e apprezzata attività di anni di promozione della lettura, dando vita alla collana “Max. Storie selvagge” di cui avremo modo di parlare ancora.

Dell’albo a colpire sono innanzitutto i colori – pochi per ogni doppia pagina, e netti – e l’uso del nero, sapiente e in qualche modo imprescindibile: “c’è tanto nero” dirà qualcuno ed è vero, ma è esattamente la misura giusta per raccontare una storia ai confini del sogno.

Si sveglia presto, Sari, e i suoi genitori dormono ancora; raggiunge la spiaggia e l’amico Azul che sta costruendo una barca per andare nella terra-dove-nessuno-mai-si-annoia: un viaggio da coraggiosi, un viaggio all’avventura, tra onde, tempesta e la pancia di una balena che si ingoia la bambina: è tutta buia, ma abitata. Fuori intanto, Azur cerca un modo per salvarla: svuota il mare e saranno solo le lacrime di Sari a farlo tornare. Trama semplice, frasi brevi che permettono di concentrarsi sulle immagini, sui tanti occhi che compaiono in ogni pagina: i grandi occhi dei bambini e quelli dei pesci (a ics quando stramazzano senz’acqua), l’oblò gigante dell’occhio della balena per guardare il mare fuori, gli occhi che si chiudono a sera, stremati dalla grande avventura, in una pagina di sagome. Nere, appunto, da confrontare con quelle blu della pagina che ritrae la stessa camera al mattino, per giocare tra differenze e somiglianze.

António Jorge Gonçalves, Pancia di balena (trad. di Michela Ghislieri), Equilibri 2017, 40 p., euro 15