Tag Archives: Alessandro Marcigliano

I frutti della terra

21 Dic

More about I frutti dell'ortoUn libro lussuoso per i toni di colore (pagina bianca a sinistra, kraft a destra)  e le illustrazioni (acrilico, inchiostro, penna) che porta alla scoperta di frutta e verdura, dando su doppia pagina informazioni chiare e semplici sul vegetale in questione. Sulla pagina di sinistra una scheda tecnica con tipo, periodo di raccolta, origine, curiosità, modi di dire. Sulla pagina di destra la silhouette del vegetale si solleva per scoprire com’è all’interno (in illustrazione e in descrizione).

Si scopre allora che il finocchio è come il tonno e il maiale: non si butta via niente; che il kiwi è una liana; che ci sono rape e pomodori di colori diversi; che se un caco ha i semi è nato da un fiore maschile; che “le fave dei morti” in realtà sono dei dolci. Mi sa di uno di quei libri in cui passare pomeriggi invernali. Fuori fa freddo; si sta accoccolati a sfogliare e leggere e a godersi le illustrazioni.

Florence Guiraud e Judith Nouvion, I frutti della terra (trad. di Alessandro Marcigliano), Gallucci 2012, 86 p., euro 22.

(Ne)Il pancione della mamma (ma Tra le braccia di papà!)

11 Lug

Una bambina aspetta la nascita della sorellina. Nulla di più semplice. Semplice la storia, semplici e delicatissime le illustrazioni, semplice e originale la scelta della presentazione. Ogni momento è a doppia pagina. Nove doppie pagine, una per ogni mese d’attesa, a sinistra la curva della mamma che cresce, con una finestrella (che cresce in dimensioni pure lei) da aprire per controllare la crescita del bebè, a destra la grande che sta fuori e aspetta. Aspetta facendo quel che può fare.

Ti invento.

Parla, chiacchiera, canta, immagina, sta appiccicata alla finestra-ombelico che le separa, ascolta i movimenti e i calci e intanto si fa bella. Perché la sua sorellina possa subito vantarsi della sorella grande… 🙂  La bellezza della semplicità.

La stessa coppia autrice-illustratrice realizza Tra le braccia di papà: quando le braccia del papà si spalancano solo per la piccola protagonista e diventano rifugio, baluardo contro le paure, nido. Sfogliane qualche pagina qui.

Il sito di Christine Roussey, ricco di meraviglie: assolutamente non perdetevi le fotografie dell’atelier sul picnic!

Jo Witek – Christine Roussey, Il pancione della mamma (trad. di Alessandro Marcigliano), Gallucci 2012, 32 p., euro 14

Jo Witek – Christine Roussey, Tra le braccia di papà (trad. di Maurizia Balmelli), Gallucci 2012, 32 p., euro 14

La furia di Banshee

22 Set

More about La furia di Banshee

Nella tradizione irlandese, la banshee è la più potente delle fate, la signora delle magie e delle meraviglie, quella contro i cui poteri nessuno può lottare. In questo albo magico, arrivato in Italia grazie a Gallucci a pochi mesi dall’edizione francese, la protagonista è Banshee per antonomasia, mette la B maiuscola e indossa gli splendidi colori che le regala David Sala. La regale Banshee ha un palazzo di cristallo, un abito dorato, una chioma  di lunghi capelli biondi e i piedi nudi. Banshee è furiosa, i suoi occhi scintillano, i suoi capelli si agitano nel vento e i suoi piedi infiammano l’erba secca; è tanto arrabbiata da frantumare le rocce, agitare il mare, spaventare i pesci, suscitare una tempesta, prodursi in un lunghissimo urlo che le sale dalla pancia e attraversa l’oceano. Finché con un sorriso scopriamo il perché di tanta rabbiosa furia.

L’albo ha dei colori magici, delle illustrazioni che affascinano e catturano. Dedicato a tutte le Banshee bionde dalla collera immensa e improvvisa che sanno sorridere non appena urlano fuori la rabbia 🙂

Jean-Francois Chabas – David Sala, La furia di Banshee (trad. di Alessandro Marcigliano), Gallucci 2010, 28 p., euro 15.