Il club delle seconde occasioni

22 Dic

Cosa c’è di peggio che essere scaricati di punto in bianco dalla ragazza che si ama
disperatamente? Niente, River Dean ne è convinto al cento per cento. Perché è proprio quello che gli è capitato in un inaspettato pomeriggio di fine primavera: Penny l’ha mollato, senza una parola, una spiegazione. E senza nemmeno un passaggio a casa. Se n’è andata, lasciandolo da solo, a piedi, dall’altra parte di Los Angeles. River si mette quindi in cammino, deciso ad autocommiserarsi per il resto dei propri giorni. Finché un’insegna richiama la sua attenzione. Un’insegna che promette una Seconda Occasione a chiunque abbia il coraggio di mettersi in gioco. L’insegna di un gruppo di supporto per ragazzi problematici. Senza pensarci due volte, River si unisce al club. È pronto a tutto pur di guadagnarsi la sua seconda occasione. Anche a mentire spudoratamente e a innamorarsi, di nuovo. (Sinossi dal sito dell’editore)

5 reasons why

1 – una storia divertente, ma non scontata con pagine davvero esilaranti, che riesce a farci ridere e riflettere.

2 – si sento le influenze di almeno due grandi film nelle vicende di River :

Eternal sunshine of a spotless mind di Michel Gondry (di cui la copertina riprende evidentemente una scena 🙂 )

Fight Club di David Fincher, tratto da un libro di Chuck Palahniuk, ma il libro resta comunque un’opera originale.

3 – River è un instancabile bugiardo, ma è anche altrettanto fragile e disorientato: non potrete non prenderlo in simpatia.

4- Negli Stati Uniti non ci sono solo Wasp, ma esistono anche molte altre etnie, con le loro vite e le loro lotte, e in questo romanzo si da voce ad una famiglia ispanica.

5 – Il finale: non è banale, e anche se vi sembrerà che la vicenda vada in una direzione, alla fine riuscirà a sorprendervi.

Dana Reinhardt, Il club delle seconde occasioni (trad. A. Fortunato), De Agostini, 2016, pp. 288, € 14,90 (ebook € 6,99)

 

Annunci

Una Risposta to “Il club delle seconde occasioni”

  1. Sara giovedì, 22 dicembre 2016 a 14:57 #

    Bel articolo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: