La ragazza di mezzanotte

4 Ago

la ragazza di mezzanotte5 motivi per leggerlo:

  1. Urban Fantasy sobrio: non troppo fantasy, il giusto. Molto urban, o meglio molte sono le città che ci si trova a visitare anche solo in parte con i protagonisti ( Kyoto, New York, Parigi, Londra, Strasburgo per citarne alcune).
  2. Avventura classica, ma non troppo: classica la caccia all’oggetto magico, al Graal che donerà il potere assoluto ad una fazione, ma molto meno il modo in cui l’avventura si dipana, con rapidi cambiamenti di fronti, colpi di scena e un pizzico di romance.
  3. Per ogni cosa c’è la parola giusta: la peculiarità della protagonista è quella di riassumere con una parola sensazioni, momenti, eventi atmosferici che ne richiederebbero molte. Ad esempio “petricore : l’odore della terra dopo la pioggia”. E lo fa in molte lingue diverse!
  4. Citazioni letterarie come se piovessero: anche Manzoni! Echo ama leggere, quindi spesso cita anche senza dichiararlo poeti e scrittori. Perché leggere è cool anche per un’eroina tosta e vispa come Echo🙂
  5. La biblioteca: appunto Echo vive all’interno della New York Public Library, ed è qui che incontra L’Ala, l’avicen (razza metà umana e metà volatile dai misteriosi poteri magici), che diventerà la sua tutrice.

La sinossi qui.

Frase preferita

“Cosa mai potrebbe andare storto?”

“Sinceramente?”rispose Echo.”Probabilmente tutto.”

Melissa Grey, La ragazza di mezzanotte (trad. Stefano Andrea Cresti), Mondadori 2016, pp. 369, € 17,00

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: