Montreuil 2015 /3

9 Dic

oursLa Carte à Lire è un bel progetto che si sta consolidando ormai dallo scorso anno e che cerca di dare una risposta alla necessità di tenere saldo il legame del lettore con la libreria anche nel caso di acquisto di un testo digitale. In modo particolare, si tratta di offrire a bambini e ragazzi un libro digitale (un ebook o una book app a seconda della scelta che si fa) e di acquistarlo in libreria. Marchio registrato da Les apprimeurs, prevede il dono di un cartoncino che ripropone la copertina del libro, personalizzabile con scritte, frasi di auguri ecc, all’interno del quale si trova un codice che permette di scaricare il testo digitale sul proprio supporto.

Ad oggi sono disponibili diciassette titoli, per età differenti – compresi gli adolescenti, tra classici e chicche di qualità (come Retour à Béziers, di Didier Daeninckx) che ben fanno sperare in un’evoluzione di questo servizio verso nuovi obiettivi e verso un catalogo ricco e di qualità, visto quanto sono riusciti a creare e quali editori sono riusciti a raccogliere intorno al progetto in soli due anni.

In particolare vi segnaliamo tra le novità tre bookapp che ci permettono di mettere l’accento su una speciale collana cartacea per ragazzi, Pont des Arts dell’editore L’élan vert, grandi albi che affrontano con andamento narrativo temi come l’arte (e gli artisti), la musica, la preistoria. Tre sono appunto le versioni digitali derivate per ora da questa ricca collezione: Le gardien de l’arbre dedicato a Klimt; Le casque d’Opapi che parla di cubismo, di Ferdinand Léger e di guerra, in particolare della Prima Guerra Mondiale e infine l’affascinante L’ours et la lune, la cui applicazione è davvero da non perdere. Partendo dalla scultura di François Pompon custodita al Musée d’Orsay si offre ai bambini un’avventura nella natura ed in particolare tra le costellazioni, argomento di interesse soprattutto vista la veste grafica in cui è presentato. Del resto le illustrazioni sono di Antoine Guilloppé e alzi la mano chi non ha ammirato i suoi albi editi in Italia da L’Ippocampo junior😉

Guardiamo con interesse agli sviluppi del progetto de La carte à Lire che sta riuscendo nel’intento di essere vetrina e insieme luogo di aggregazione per editori digitali che lavorano nel settore ragazzi, sperimentando con risultati di qualità (sfogliate tutto il catalogo se ancora non conoscete certe app); non può promettere che ad maiora!

Una Risposta to “Montreuil 2015 /3”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Montreuil 2016 /2. Libri animati, ebook o app? | Le letture di Biblioragazzi - mercoledì, 7 dicembre 2016

    […] de La Carte à Lire vi avevamo già parlato lo scorso anno qui: rappresenta la possibilità di offrire un testo digitale acquistandolo in libreria e regalando […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: