Atlas e Axis

27 Nov

atlas-e-axisNon è semplice parlare di questo primo volume di una saga che riecheggia temi quanto mai come in queste settimane all’ordine del giorno. L’autore costruisce un mondo fantastico con tantissime assonanze al reale (di ieri e di oggi) e lo popola di animali antropomorfi caratterizzati singolarmente ma anche a livello corale: i protagonisti principali sono cani di razze diverse, ma intorno e contro hanno comunque anche altri animali.

Atlas e Axis, amici da sempre, sopravvivono ad un attacco dei Norcani al loro villaggio: tutto è razziato, la sorella di Axis, un’amica volpe e alcuni cuccioli sono stati rapiti e portati a Nord sulle navi similvichinghe dalle grandi vele. Persa ogni cosa, gli amici decidono di ripartire verso un’avventura che li dividerà, li farà ritrovare, ma soprattutto li metterà a confronto con la violenza che genera violenza, con la necessità di uccidere, con le scelte da prendere di fronte al nemico quando ci si ritrova in condizione di forza, con l’impotenza di fronte a chi si fa saltare in aria imbottito di esplosivo, con la forza della disperazione, ma anche dell’amore e dell’amicizia. E intanto ci si confronta, si parla e si discute; ci si scontra su teorie divine ed evoluzionismo; si incontra qualcuno di simile che ha scelto di vivere in modo diverso e di comportarsi diversamente con le altre specie che ha intorno.

C’è molto, insomma, tra queste pagine, c’è davvero tanto e la capacità dell’autore è probabilmente quella di sottendere a tutto comunque un nocciolo di sfida e di avventura che compare fin dalle prime tavole, quando i due ricevono la pergamena che Canuto sta studiando, documento che evoca l’esistenza dell’osso dell’abbondanza, posseduto il quale non ci sarà più problema di cibo. E verso l’osso dell’abbondanza è il cammino che evoca la nuova avventura che seguirà nel prossimo volume.

Il blog di Pau.

Pau, Atlas e Axis volume 1 (trad. di Ilaria Fiorella), Tunué 2015, 144, euro 16,90

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: