Datemi una penna

10 Set

Datemi-una-pennaMolti colleghi bibliotecari hanno sicuramente apprezzato Per libri e per scritture (Bibliografica 2012) in cui Adriana Paolini proponeva un avvicinamento ai documenti e ai libri antichi, facendo riferimento a esperienze di laboratori e progetti e suggerendo modi per rendere vicina a tutti e interessante la storia del libro e della scrittura.  Dalla sua attività con bambini e ragazzi nascono i volumi editi da Carthusia in cui, con Roberto Piumini, propone ai giovani lettori la storia dei manoscritti (L’invenzione di Kuta, 2009) e della stampa in “Che rivoluzione! Da Gutenberg all’ebook” (2010, qui anche con la collaborazione di Beatrice Masini). Ecco, a chiudere il cerchio, un volume che mette curiosità a proposito di quel che già c’era, ovvero la scrittura a mano, e di come essa sia cambiata con l’avvento della stampa, l’arrivo dei computer, degli smartphone, degli emoticons.

Il testo racconta degli strumenti necessari a scrivere (l’invenzione della penna col pennino, la matita, la macchina da scrivere, ma anche i colori dell’inchiostro); dei tipi di scrittura e degli autori, indagando su cosa si scrivere, attraverso esempi curiosi ed accattivanti: si scrive di ricette, intrugli, ricordi personali, si scrivono lettere da terre lontane, epistolari amorosi, ma anche missive dal fronte; si scrive a scuola: ecco allora una parte tutta dedicata ai bambini, agli esercizi di scrittura, ai quaderni. Si parla di grammatica, di analfabetismo, di fatica di scrivere o anche “solo” di firmare, dello stile speciale delle donne. La storia dello scrivere a mano diventa così un pre-testo che evoca i periodi storici che attraversa, dal Medioevo ai giorni nostri, parlando di emigrazione, della furia delle guerre, delle lotte per i propri diritti, della fatica di scrivere che viene vinta dal desiderio di portare testimonianza della propria vita, delle condizioni difficili che si vivono, ma anche dal desiderio di tener traccia in un diario.

Le illustrazioni di Monica Zani si affiancano a riproduzioni di documenti storici e a fotografie d’epoca che ben accompagnano un viaggio attraverso epoche storiche diverse che affascina i ragazzi e che sicuramente – come gli altri due volumi precedentemente citati – può essere utile spunto per proporre in biblioteca e in archivio storico visite e laboratori intorno a testi antichi e a documenti che solletichino l’interesse dei più giovani.

Il blog di Adriana Paolini, il sito di Monica Zani e quello di Roberto Piumini.

Roberto Piumini, Adriana Paolini, Monica Zani, Datemi una penna. Scritture a mano dopo l’invenzione della stampa, Carthusia 2015, 75 p., euro 17,50

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: