Sharon Creech (intorno ai romanzi che tornano e ai lettori che cambiano)

30 Lug

due luneTornano in nuova edizione Mondadori alcuni romanzi di Sharon Creech che spiccarono nei primi anni della collana Gaia Junior, trovando grande consenso tra le lettrici. Non solo Due lune, rieditato per altro anche nel 2011, ma anche Un anno in collegioIl solito normalissimo caos.

Li riprendo in mano e mi chiedo se sia possibile misurare i cambiamenti generazionali dei lettori attraverso l’impatto che hanno su di loro certe letture: ci sono grandi classici che non sono mai usciti di catalogo oppure che, anche se non più in libreria, continuano ad essere presenti nei percorsi di lettura strutturati da chi lavora in biblioteca ragazzi; ci sono romanzi che funzionano sempre, semplicemente si abbassa l’età di lettura: oggi sono proponibili agli alunni del secondo ciclo della primaria testi come quelli di Dahl o Ascolta il mio cuore di Bianca Pitzorno che appena pubblicati venivano consigliati a lettori di qualche anno in più. Ci sono romanzi che non devono mai mancare nel catalogo della biblioteca: anche sui vostri scaffali saranno transitate edizioni diverse de La stanza 13 di Swindells, usurate, rattoppate, sostituite, eppure sempre pronte a conquistare con la semplice lettura ad alta voce delle prime pagine.

Il confronto tra due testi di Creech freschi di stampa mi interroga a questo proposito: riprendo in mano Un anno in collegio e lo trovo, come dire, polveroso. Può essere un aggettivo adatto ad una trama? Non so che effetto faccia a una lettrice di dodici o tredici anni oggi; mi vien da testare subito e intanto mi dico che, a naso, non mi aspetto molto: mi sembra una narrazione sospesa nel tempo (con la bellezza di certe riflessioni, di quei taccuini su cui il mondo – le scoperte e la nostalgia – viene ritratto) e nel contempo “vecchia”, non vicina ai lettori di oggi (e magari, piacevolmente, mi sbaglio). Mantiene invece splendidamente il suo fascino la storia di Salamanca Hiddle, tredicenne che cerca sua madre quasi svanita nel nulla, che lascia la casa di campagna per una cittadina lontana e sconosciuta, che riflette la sua nostalgia e la sua ricerca in quella dell’amica Phoebe la cui madre davvero è scomparsa di casa, una casa sui cui gradini per altro appaiono buste contenenti strani messaggi che invitano a non giudicare gli altri senza prima aver camminato due lune nei loro mocassini, a considerare che ciascuno ha la propria agenda o a impedire agli uccelli della tristezza di fare il nido sulla propria testa. La voce di Salamanca che racconta mentre viaggia in compagnia dei suoi nonni verso la verità, i personaggi buffi e quelli misteriosi di cui è circondata, le sue riflessioni sul mondo continuano ad essere a distanza di anni (il libro è stato scritto nel 1994 e pubblicato in Italia per la prima volta quattro anni dopo) voce viva, pari a quella dei protagonisti delle storie che continuano a parlare ai ragazzi, che si fanno voci transgenerazionali per il semplice motivo che dicono di sensazioni, sentimenti, situazioni d’animo simili a quelle di ciascun adolescente lettore.

Mi piacerebbe provare a tenere d’occhio le varie ristampe che si stanno succedendo negli ultimi mesi di libri che abbiamo già apprezzato anni fa (tra gli ultimi, ad esempio, Bud, non Buddy di Christopher Paul Curtis edito da Mondadori nel 2001 e tornato da poco in libreria per Piemme col titolo Il ragazzo con il futuro nela valigia) e provare a trarne qualche osservazione sui lettori, i gusti di lettura. Se avete esperienze, osservazioni, opinioni, battete un colpo.

Il sito dell’autrice.

Sharon Creech, Due lune (trad. di Giorgio Bizzi), Mondadori 2015, 210 p., euro 10

Sharon Creech, Un anno in collegio (trad. di Angela Ragusa), Mondadori 2015, 182 p., euro 10, ebook euro 4,99

Sharon Creech, Il solito normalissimo caos (trad. di Antonella Borghi), Mondadori 2015, 182 p., euro 10

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: