Piccolo seme

3 Set

foto (1)Avevamo già parlato su questo blog di Mela è, primo cartonato nato dall’iniziativa “Un libro con amore”, realizzata nell’ambito del progetto “La biblioteca per ragazzi/i ragazzi per la biblioteca” promosso dalla Biblioteca civica di Rovereto e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto. L’idea di base è insieme bella e semplice: coinvolgere i ragazzi più grandi nelle attività della biblioteca e, in questo caso particolare, i ragazzi di una classe del liceo artistico nella realizzazione di un libro da donare ai più piccoli e ai loro genitori coinvolti nel progetto Nati per Leggere.

Ecco dunque un secondo cartonato dagli angoli smussati dove torna ancora una volta una mela. A questo giro però si parte dal seme che si fa albero, gemma, fiore, frutto, cibo e ancora seme a chiudere il ciclo che rinnova la vita, il tutto giocato all’interno di un dialogo dove il piccolo lettore interroga e la risposta invita ad accarezzare, sfiorare, soffiare. La scelta delle rime è semplice ed efficace ed è quasi immediato immaginare la realizzazione della stessa storia in una versione tattile che permetta davvero di dare materia e sensazioni al testo. Una realizzazione davvero riuscita perché riesce a coniugare il messaggio da trasmettere e la sua poesia leggera con la semplicità che è – in progetti di questo tipo – la chiave vincente.

Il progetto ha coinvolto una classe del Liceo artistico Depero, la cura editoriale è stata affidata alla Cooperativa Colibrì. Mi sembra un ottimo esempio di come sia possibile coinvolgere le classi degli istituti superiori del territorio nelle attività della biblioteca, valorizzando le capacità dei ragazzi più grandi a vantaggio dei lettori più piccoli: qui nell’ambito di Nati per Leggere e attività correlate, ma penso anche al coinvolgimento dei ragazzi in quei progetti che si occupano di diversabilità di lettura, con la realizzazione di libri tattili, modificati, storie coi simboli della CAA o letture affiancate da chi le traduce in linguaggio dei segni o ancora in altre lingue per progetti di multicultura. Molti crediti che i ragazzi acquistano e accumulano durante l’anno all’interno del sistema e dell’organizzazione scolastica potrebbero nascere da un buon rapporto della biblioteca civica con la scuola.

Marta Coatti, Piccolo seme, Biblioteca civica Tartarotti di Rovereto 2014, 18 p.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: