Amber sogna ancora

19 Giu

amber

Amber è per metà giapponese e per metà italiana e non si sente né questo né quello. Sta per iniziare la scuola media e ne farebbe volentieri a meno. Troppo bassa per la sua età, sempre vestita di nero e ossessionata da germi e batteri, ha nella timidezza un ulteriore punto debole: pensa che a scuola non si farà amici e per di più si è messa in un gran pasticcio. Da sei anni suo padre è sparito dalla vita di famiglia e la sua sorellina Bella, che sta per compiere sette anni, ha cominciato a scrivergli delle lettere per invitarlo al compleanno. Amber ha risposto alla prima fingendosi il papà e sentendosi un genio, ma ben presto ha capito che è stata una pessima idea. Per di più ha storto il braccio a un bambino che prendeva in giro Bella per poi scoprire che era il fratello minore della terribile Joanne, che si propone l’obiettivo di far finire Amber in un bidone della spazzatura.

Allora Amber si rifugia in un dialogo segreto con un papà inventato che ascolta, risponde e dà consigli (quasi una Mary Poppins con valigia che se ne andrà a missione compiuta): è un papà disegnato, perché Amber è bravissima con pennelli, matite, chine e colori ad olio. Tanto brava da vincere il primo premio al concorso di arte; tanto brava da farsi forte del suo cognome da samurai per prendere coraggio e fare amicizia coi ragazzi che frequentano il club di arte del mercoledì. La sua passione, il suo punto forte diventano allora mezzo per sentirsi parte di una comunità, per non sentirsi sola, per affrontare tutto quello che pare insormontabile (anche una festa di compleanno con venti bambini di sette anni da intrattenere per un pomeriggio!).

Una bella storia raccontata con ironia, senza tralasciare certi buchi neri che a volte paiono ingoiarsi la capacità di sorridere.

Il sito di Helen Crawford-White, autrice dei disegni all’interno del testo. Il sito di Elisabetta Stoinich che ha illustrato la copertina.

Emma Shevah, Amber sogna ancora (trad. Carla Gaiba), De Agostini 2014, 304 p., euro 12,90

Annunci

Una Risposta to “Amber sogna ancora”

  1. Gabriella venerdì, 27 giugno 2014 a 13:09 #

    Bella la storia e bella l’illustrazione di Elisabetta Stoinich, sempre duttile e bravissima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: