Smile

24 Mar

9788880337935Se già crescere non è semplice, se – come dice la protagonista stessa – essere adolescente è uno schifo e portare l’apparecchio ai denti per tutta la durata delle sscuole medie non è proprio quel che si desidera, immaginate cosa significhi doverlo portare e subire operazioni e varie perché siete cadute una sera nel vialetto di casa e vi siete spaccata gli incisivi: che non ci sono più e vanno in qualche modo sostituiti.

È esattamente quel che è capitato all’autrice che ha trovato il modo di raccontare le sue tragicomiche disavventure tramite la sua passione: scrivere storie a fumetti. Racconta così il suo mondo (gli anni delle medie e l’inizio del liceo) attraverso le peripezie per riacquistare un sorriso presentabile: la sua famiglia, la sua vita quotidiana a scuola e al gruppo scout, il terremoto che colpisce San Francisco, la città in cui vive, le amiche, i compagni di scuola. E tutto quel che sta intorno ad un’adolescente che è – per forza di cose – fortemente influenzata dal pensiero del suo aspetto fisico. Pensieri, aspettative, inammoramenti, prese in giro, nuovi amici, la voglia di essere se stessa lasciandosi alle spalle quel che non le appartiene (modi di fare e di essere, amicizie) e una passione come quella del disegno che – una volta riconosciuta e vissuta – porta altri cambiamenti positivi.

Il sorriso con cui Raina Telgemeier saluta i lettori dall’ultima pagina del libro rispecchia lo stesso spirito con cui racconta la sua vicenda nei fumetti: senza nascondere i drammi e le difficoltà, ma guardando in retrospettiva con la giusta ironia.

Il blog dell’autrice.

Raina Telgemeir, Smile (trad. di Laura Bortoluzzi), Il Castoro 2014, 213 p., euro 15,50

Advertisements

3 Risposte to “Smile”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Sorelle | Le letture di Biblioragazzi - mercoledì, 23 settembre 2015

    […] Smile, il primo fumetto di Raina Talgemeier pubblicato in Italia, è stato davvero apprezzato dai lettori che si sono riconosciuti nella descrizione che l’autrice fa di se stessa alle prese con l’adolescenza, gli anni difficili della scuola secondaria di primo grado e il passaggio alle superiori. La capacità di Talgemeier è proprio quella di descrivere situazioni abituali e quotidiane, cogliendo dei punti salienti che sono importanti per i ragazzi di quest’età e facendosi vicina a loro, ripercorrendo la propria vita. Autobiografia totale anche per questo secondo fumetto che parla di famiglia, sottolineando in particolare il rapporto di Raina con la sorella Amara, tanto desiderata e tanto diversa da come se la era immaginata. […]

  2. Roller Girl | Le letture di Biblioragazzi - mercoledì, 20 aprile 2016

    […] se questo nuovo fumetto che segue per linea grafica Smile avrà tra i lettori lo stesso successo del libro di Raina Talgemeier? Storia tutta al femminile, […]

  3. Il club delle baby-sitter | Le letture di Biblioragazzi - giovedì, 29 settembre 2016

    […] del “troppo autobiografico” di cui Sorelle aveva pagato pegno rispetto invece a Smile, libro sempre […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: