Oltre i limiti

27 Gen

Primo di una serie di quattro – per ora – libri autoconclusivi che riprendono le vicende di una gruppo di ragazzi che si ritrovano in ogni volume, questo libro è a prima vista ottimo pane per le ragazzine lettrici alla ricerca di edificanti storie d’amore e del resto, se date un’occhiata alle copertine dell’autrice, il pensiero non sarà smentito. Ancora una volta però ecco un libro che rischia di pagare i fraintendimenti e i pregiudizi che può suscitare un packaging che strizza l’occhio alle adolescenti. Per fortuna, a questo giro, l’edizione italiana limita i danni e ci offe un romanzo davvero coinvolgente che tiene il lettore appeso alle pagine, nonostante la mole. Innanzitutto è un libro scritto a due voci, una maschile e una femminile, che si alternano spesso riprendendo la vicenda dallo stesso attimo della fine del capitolo precedente, dandoci modo di vedere una serie di compresenze di punti di vista e di angolature che rendono tonda e completa la vicenda.

Le voci sono quelle di Echo e di Noah, entrambi prossimi al diploma e preceduti da una fama che non corrisponde al vero. Echo, reginetta della scuola e miglior allieva dei corsi di arte, torna in classe dopo due mesi da un incidente di cui nessuno sa nulla; è l’ombra di se stessa, schiva chiunque e indossa solo maglie con le maniche lunghe, il che porta tutti i compagni a crederla vittima di atti di autolesionismo e di tentato suicidio. Noah ha addosso il marchio del “cattivo ragazzo”: fumo, cattive compagnie, nessun risultato utile. In realtà, Echo non ricorda nulla dell’incidente che le è quasi costato la vita mentre era a casa della madre, bipolare in preda a un tentativo di suicidio, e piange il fratello marine morto in Afghanistan. Noah vive in una famiglia affidataria, dopo aver perso i genitori in un incendio, e cerca di non perdere i fratellini, adottati da una coppia che vive in città.

Echo ha bisogno di fare qualcosa che la distragga dal passato e dalle cicatrici del suo corpo, che le impegni la mente e la riporti alla realtà. Decide di guadagnarsi i soldi per aggiustare l’auto d’epoca del fratello e accetta la proposta della sua psicologa scolastica e dare ripetizioni a Noah. Uniti inizialmente dallo scopo di leggere i loro fascicoli e scoprire di più una sul proprio passato, l’altro sul futuro dei fratelli, i due intessono una rete che li porta a mettere a nudo l’uno di fronte all’altra le proprie cicatrici e le proprie rabbie.

Il libro è un crescendo, nella vicenda dei ragazzi, nella loro ricerca, nell’inevitabile storia d’amore che nasce, ma ha anche uno sguardo attento e realistico, non sempre edificante, sul crescere, sulle figure dei genitori, sull’amicizia in adolescenza, su quanto conti l’apparenza e l’appartenenza a un gruppo nell’ambiente scolastico, in cui si svolge praticamente tutto il romanzo.

Il sito dell’autrice.

Katie McGarry, Oltre i limiti (trad. di Alessia Fortunato), De Agostini 2014, 432 p., euro 14,90

Annunci

Una Risposta to “Oltre i limiti”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Scommessa d’amore | Le letture di Biblioragazzi - martedì, 23 settembre 2014

    […] Oltre i limiti, ecco la traduzione di un altro dei quattro libri della serie in cui McGarry racconta le vicende di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: