Tutti possono fare fumetti

4 Ott

Più riguardo a Tutti possono fare fumetti

Se vuoi fare fumetti, mettiti una maglietta con un bel disegno e vai a soddisfare la tua curiosità in biblioteca. Magari, vista la situazione italiana, ti capiterà proprio come al protagonista di questo testo: i fumetti stanno in fondo, vicino al bagno, sui ripiani più alti dello scaffale. Però parlano e prendono vita e accompagnano il lettore alla scoperta del mondo del fumetto partendo da un semplice esempio: tre Pinocchio disegnati, ma diversi perché “vivono” in mondi differenti: libro illustrato, cartone animato e, appunto, fumetto. Si prosegue tra indicazioni tecniche di modi e di strumenti, con accenni storici, e soprattutto in compagnia di personaggi come Littele Nemo, Astro Boy, Popeye, il signor Bonaventura e altri che dicono di terminologia, morbidezza di gomme e matite, le tre fasi del disegno (forme, fagioli e fronzoli), degli accorgimenti per una maggior leggibilità, di come si incrociano gli occhi dopo ore di lavoro. Soprattutto dicono, in modo leggero e ironico, che l’importante è innanzitutto il perché fare fumetti e po il cosa fare e il come. Insomma, le domande.

Un manuale sulla graphic novel non poteva non essere a fumetti, non poteva non averne l’ironia e la chiarezza e non poteva nemmeno esimersi dal fotografare la realtà di molte biblioteche italiane. Quindi sì, uscendo, rispondete pure alla bibliotecaria con crocchia e occhiali che – nonostante tutto –  avete trovato quello che cercavate, poi mettetevi al lavoro e buona strada! Intanto ascoltate l’autore qui.

Il sito di Gud e il suo blog.

Gud – prefazione di Roberto Dal Pra’, Tutti possono fare fumetti, Tunué 2013, 140 p., euro 14,90

Annunci

3 Risposte to “Tutti possono fare fumetti”

  1. Miriam venerdì, 4 ottobre 2013 a 09:42 #

    Sembra bello!
    Mi spiace un po’ la nota sulla bibliotecaria “con crocchia e occhiali”.
    A parte che le bibliotecarie non hanno sempre crocchia e occhiali.
    A parte che, anche se ce li hanno, non è detto che siano antipatiche, magari sono solo miopi, o si affaticano la vista stando fra libri e pc, o semplicemente legarsi i capelli è più comodo che averli svolazzanti.
    A parte che esistono anche i maschi che fanno bibliotecari.
    Molti sono under 40 o persino under 30.
    E nonostante le scarsissime risorse per gli acquisti e gli spazi angusti riescono persino a metter su bellissimi scaffali tematici su fumetti e graphic novel. E ne conoscono a palate.
    Vi assicuro che ce ne sono: lo dico da ex bibliotecaria precaria, 29 anni, divoratrice di fumetti, miope e con i capelli spesso legati 😉 che non ha perso il vizio di leggere i blog dedicati alla letteratura per ragazzi.
    Un saluto 🙂

  2. ali sabato, 30 novembre 2013 a 08:20 #

    Finalmente arriva il dvd del film di Titeuf, in uscita il 4 dicembre: http://eagledvdshop.it/bluray/animazione/titeuf-il-film.html?id=3373

Trackbacks/Pingbacks

  1. Tunué » #TPFF di Gud - martedì, 18 marzo 2014

    […] Tunué…tutti possono fare fumetti, Comicsblog Marcello “Marte” Durante 4/10/2013 Tutti possono fare fumetti, Biblioragazziletture.wordpress 18/10/2013 Tutti possono fare fumetti (secondo Gud),  Panorama […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: