Make love

19 Apr

makelove

Ho recentemente scritto, a proposito di censura e libri presenti sugli scaffali delle biblioteche, che talvolta mi “diverto” a fare un gioco. Trovo interessante contare dall’opac sbn in quante biblioteche civiche italiane siano presenti al prestito opere come “Il chiodo fisso” di Melvin Burgess, (Mondadori, 2005), oppure la raccolta di racconti “La prima volta” (Rizzoli, 2011) o ancora “Il mio corpo. Body Drama” di Nancy A. Redd (Giunti, 2010): due mesi fa erano rispettivamente 115, 49 e 47. Mi bastano i numeri, non sento il bisogno di commentare.
Ecco in questi giorni in libreria un manuale di educazione sessuale dalla grafica curata e dalla patinatura che lo fa assomigliare a una prima occhiata a un libro di fotografie. E le fotografie in effetti ci sono; sono di Heji Shin e le diresti artistiche, tanto sono belle. Probabilmente è il fatto che siano coppie reali – e non immagini costruite per l’occasione – a comparirvi, a farle così belle.

Le fotografie sono uno dei pregi di questo testo, e forse anche uno dei motivi per cui probabilmente molti adulti faticheranno a presentare, a catalogare, a metterlo a scaffale. Tanto esplicite quanto reali. Il manuale è diviso in capitoli (Toccati; La prima volta; La seconda volta; Scopri chi sei; Giù i pantaloni; Da un letto all’altro; Vieni, dai; Attenzione; Senza gravità) e alterna spiegazioni, luoghi comuni, verità e falsità. Si parla di sesso, ma anche di precauzione. Si parla della prima volta, ma anche di seconda volta e di tutte quelle che vengono dopo. Si parla di corpo, ma anche di sensazioni; di precauzioni, ma anche di fantasia; di limiti; di io e dell’altro. Ci sono specchietti che semplificano, grafici, immagini, elenchi di nomi e illustrazioni di posizioni. Ci si chiede cosa piace a te, ma anche di metterti nei panni dell’altro. E si dice come sono i panni dell’altro.

Un limite forse può essere appunto la patinatura che ne fa un testo elegante e molto bello, anche nella fattura, “serio” esattamente come quello che dice; forse non immediatamente vicino come poteva risultare invece la grafica scelta per Body Drama. Il libro ha una prefazione di Camilla Raznovich, che compare anche sulla fascetta e che il cui nome forse aiuterà a far parlare del testo: bene che se ne parli. Ma il fatto che sia necessaria la voce di un personaggio dello schermo per far parlare di un testo bello e necessario mi fa un attimo di tristezza, perché non ce ne dovrebbe esser bisogno. E invece così è. Intanto questo testo c’è, non solo utile, ma anche bello. E mi fa venir in mente chi dice “Come siamo belli”. Eh sì.

Ann-Marlene Henning & Tina Bremer-Olszewski, fotografie di Heji Shin, Make Love. Un manuale di educazione sessuale (trad. di Elena Doria), L’Ippocampo 2013, 256 p., euro 18.

Annunci

4 Risposte to “Make love”

  1. Elena domenica, 21 aprile 2013 a 10:43 #

    Caterina, è bella anche la tua recensione che dice bene della seria leggerezza e della gioia che sono nel libro e che spero di aver reso nella traduzione. Un caro saluto Elena

  2. Eponine giovedì, 2 maggio 2013 a 22:26 #

    mah…è davvero necessario spiegare a scuolacome si fa un’orgia, o il pompino perfetto,o cosa èi BDSM (tutte cose che questolibro tratta, non me le sono inventata io) o i nomi o come si fanno tutte le possibili posizioni (ma non c’era già il kamasutra?)
    Questa non è educazione sessuale.
    sinceramente no, se fossi madre non lo regalerei a mio figlio: ci sono molti altri testi più adatti di questo che si limitano a spiegare le basi e le cose veramente necessarie (precauzioni, malattie veneree,profilattici ecc) senza trattare tutto così nello specificoquando sarebbe ,oltopiù bello lasciare la scoperta ai vari gradi di età(non mi pare proprio ilcaso si insegnare a fare un’orgia o BDSM a ragazzini di 16 anni….).
    sopratutto, mi darebbe molto fastidio che venisse spiegato che icose come BDSM, scambismo ecc sono pratiche sessuali normali e che non c’ nulla di male nel praticarle: non ritengo che eccitarsi picchiando, frustando, morsicando una persona sia normale.
    sarò bigotta (e no,risparmiatevelo, non lo sono)ma per me è così.
    ma ormai siamo a questo livello:educazione civica a scuola no,come fare un pompino si….ch tristezza!

  3. Vincenzo Puppo domenica, 2 giugno 2013 a 12:02 #

    Ho citato parte del commento di “Eponine” (e questo link) nella mia intervista/recensione di ieri a lastampa (clicca sul mio nome) sul libro make love… che non è un libro sul fare l’amore e non è per adolescenti ecc…

Trackbacks/Pingbacks

  1. Make Love. Un manuale di educazione sessuale - giovedì, 30 maggio 2013

    […] dal tedesco che – apriti cielo! – parla di sesso, addirittura un manuale sessuale, Make love. Le autrici sono Ann-Marlene Henning, sessuologa, e Tina Bremer-Olszewski, giornalista. Le […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: