Peter Nimble e i suoi fantastici occhi

8 Feb

peterL’incipit magnifico di questo libro vi cattura istantaneamente e sa un po’ di Dickens, un po’ de I Miserabili (guarda un po’, è anche intonato all’attualità cinematografica) con la figura di questo bambino cieco di ignota provenienza che un vecchio sfruttatore ha istruito a diventare il più abile ladro, dall’udito sopraffino, dall’agilità di un gatto silenzioso e soprattutto con delle mani che sanno sciogliere qualsiasi nodo e aprire qualsiasi serratura. Un fuorilegge che a dieci anni viene precipitato in un mondo quasi magico, dotato di una scatola con tre paia di occhi d’oro di onice e di smeraldo e un compare d’avventura assai bizzarro (un cavaliere trasformato da una strega in un incrocio tra gatto e cavallo) e mandato – sulla scorta di un misterioso biglietto in rima – a raggiungere una terra sconosciuta, addirittura fuori dalle mappe perché lì, a quanto pare, qualcuno ha bisogno di lui.

Un viaggio avventuroso e un’altrettanto carambolesca serie di avvenimenti e scoperte (a un certo punto forse si perde un po’ il filo negli scontri, nelle corse, nelle lotte) per liberare un regno e riportare alla ragione e alla pace uomini e terre. sempre seguendo la vicenda – che invita davvero a leggere la storia ad alta voce – attraverso i sensi di Peter e gli occhi che il narratore e gli altri personaggi ci prestano. Ma sono le dita di Peter, il suo olfatto, i suoi sensi sempre all’erta a guidarci, insieme ai semi di mutuo rispetto e alle Domande del Malandrino (quelle da porsi sempre in una situazione disperata: dove ci si trova? ci sono amici nei paraggi? ci sono armi a portata di mano?). L’abilità di Peter lo porta a sciogliere anche i nodi più complicati di un passato perduto ed è la fiducia che il professor Cake gli instilla a permettergli di scegliere tra una rassicurante infelicità e una terrificante incertezza. PercHè non solo il professore fabrica gli occhi speciali apposta per lui, ma gli spiega che un ragazzino non dovrebbe mai considerare impossibile una cosa. E soprattutto gli ricorda che è stato chiamato a quell’avventura non per quello che potrebbe diventare, ma per quello che già è.

Il sito dedicato al libro. Il sito dell’autore.

Jonathan Auxier, Peter Nimble e i suoi fantastici occhi (trad. di Paola Mazzitelli), Salani 2013, 360 p., euro 15 (ebook euro 9,99)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: