Un polpo alla gola

20 Nov

 A 16 anni non è solo questione di conformarsi, l’omologazione e bla bla cazzate sociologiche. E’ proprio che non puoi deludere nessuna aspettativa, c’è un intero pantheon di figure mitologiche che vede in te il suo erede.

Il secondo lavoro di Zerocalcare è una storia che passa attraverso tre periodi della vita del protagonista (Zero) e dei suoi compagni di scuola.
Il ritrovamento di un teschio nel bosco vicino alla scuola elementare è l’evento che mette in movimento i destini dei protagonisti e che appioppa anche il polpo alla gola di Zero. Il polpo altro non è che quella sensazione di strozzamento che ci prende quando siamo autori di una vigliaccheria, di un atto vergognoso delle cui conseguenze sono vittime altre persone (insomma quando inguaiamo altri per evitare di venire puniti). E così seguiamo la vita di Zero e dei suoi amici attraverso gli anni delle elementari e delle superiori, fino all’arrivo all’età adulta, quando finalmente verrà svelato il mistero del teschio e tutte le vicende troveranno un loro (precario) epilogo.

Un fumetto notevole, come tutti i lavori di Michele Rech, che riesce a farci ridere davvero e che lascia in bocca il sapore dolce-amaro delle storie ben raccontate e che sanno colpire il lettore.

Qui potete leggere alcune pagine e qui trovate il sito dell’autore con tutti i web comics che pubblica.

Zerocalcare, Un polpo alla gola, Bao Publishing, pp.192, € 16

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: