Il mostro che si sentiva solo

12 Nov

Il mostro di questo albo è una sorta di Barbabarba gigantesco e peloso, nero pure lui apparentemente privo di bocca, ma con grandi mani che, fin dalle prime pagine, ci illustra le caratteristiche dei mostri: a dispetto di quel che si pensa, sono creature assai tranquille e pacifiche che adorano leggere, stare sotto la pioggia, bere il tè, fare le torte, passeggiare sulla neve e soprattutto prendersi cura del loro giardino.

Questa è la storia di come un mostro stanco di sentirsi solo si incamminò alla ricerca di mostri come lui, di come attraversò stagioni e paesaggi diversi, incontrando bestie marine e genti spaventate, per approdare al grande parco di una città e finire addirittura in televisione. E poi, tornato a casa, scoprì davvero di non essere solo.

La storia, nella sua circolarità, si presta senza dubbio ad essere letta ad alta voce insieme ai lettori più piccoli che rimarranno affascinati dal viaggio e dai colori e dal ripetere quella storia in avanti e a ritroso (e scommettiamo che se la faranno ripetere fino a quasi conoscere l’itinerario a memoria!).

Il coloratissimo sito di Chris Judge. Dall’albo (che ha vinto nel 2011 il premio Book of the Year all’Irish Children’s Book Award) è stata tratta un’app per iPad e iPhone che riprende l’alfabeto utilizzando i protagonisti di questa storia, molto amata dai bambini di lingua inglese.

Chris Judge, Il mostro che si sentiva solo (trad. di Linda Fava), Isbn 2012, 32 p., euro 12,50

Annunci

3 Risposte to “Il mostro che si sentiva solo”

  1. maria beatrice mercoledì, 6 marzo 2013 a 15:45 #

    Ho letto questo libro stamattina e vi ho trovato un incantevole magia che accende l’anima di vera meraviglia e stupore.l’illustrazioni sono vive di colore e il personaggio risulta quasi vivo e reale.un’opera di fantasia,pennellata di colore.

  2. Lorenzo Sacchi lunedì, 11 marzo 2013 a 21:38 #

    E’ un mostro Nero, tenero e simpatico. Con lui si parte alla ricerca degli amici e si spera di trovarli. Nel frattempo fa tenerezza e fa sorridere. Alice, la mia bimba di 4 anni, ha aperto con titubanza la prima pagina ma appena a visto questo nero mostro che innaffiava i fiori si è messa a ridere e se n’è innamorata!

  3. Caterina Ramonda martedì, 10 dicembre 2013 a 10:31 #

    Il Mostro in una nuova avventura: in aiuto agli abitanti di un’isola, terrificati dai versi terribili di una creatura misteriosa. Ecco la scheda sul sito dell’editore: http://www.isbnedizioni.it/libro/294

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: