Mi chiamo Chuck

8 Mag

Mi chiamo Chuck  Chuck è un giovane ragazzo americano, all’ultimo anno di scuola prima del college, a metà tra nerd e  sfigato, soffre pure di un disturbo ossessivo compulsivo…o meglio di una serie!
Si deve lavare le mani dopo aver toccato qualunque cosa, controlla che le piastre elettriche siano spente almeno venti volte al giorno ed è dominato da altre mille  piccole ossessioni. In ultimo indossa Converse di colore diverso in base all’umore…e ne ha quindi un centinaio di paia, rigorosamente in tinta unita.

Il libro racconta l’ultimo anno di scuola di Chuck e della sua lotta, tragicomica, per ricominciare a vivere in modo normale. Un classico racconto per Giovani Adulti scritto da un bravo scrittore statunitense. Ci sono tutti gli stilemi classici: il bullo, la ragazza nuova che arriva da fuori città, la vita scolastica con i suoi ritmi e le sue ipocrisie, il gruppo di amici “sfigati” ma “che sicuramente diventeranno qualcuno” . La voce narrante è quella del giovane e la lettura è divertente grazie alle esilaranti riflessioni che Chuck fa.

Piacevole, a tratti acuto, da leggere in un paio d’ore. Il mio giudizio è condizionato dalla ripetitività di questo genere di romanzi. Se è il primo che leggete, sicuramente lo troverete molto valido.

Aaron Karo, Mi chiamo Chuck (trad. M. Rossari), Giunti 2012, pp.285, € 12.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: