Il mio album dei mostri

15 Mar

Quando ero piccola mi perdevo tra le pagine di Cosa fare quando piove, dove i personaggi di Scarry mi tenevan impegnata insieme a colla, forbici, pastelli. Divento matta quindi per questo catalogo di “150 mostri da ritagliare, scarabocchiare e altre diavolerie” in cui Arnaud Boutin traccia a grandi tratti neri delle tracce perché ogni piccolo lettore si faccia artista e sviluppi liberamente la propria creatività e la propria fantasia, mettendo in gioco tutto il corpo (infatti si possono costruire polpette di mostro su cui poi saltare, provare a schiaffeggiare il mostro con le proprie manone). I mostri sono buffissimi, hanno musi e facce mostruose che digrignano i denti ma che dicono anche la paura che il mostro ha dei topi, e gliene si può combinare di tutti i colori: centrarli con la matita, riempirgli gli occhi di sabbia, chiuderli nel bidone della spazzatura, impanarli e friggerli in padella. Si può provare a immaginare cosa vien fuori dall’incrocio tra un mostro e una patata o uno struzzo, infilarne uno orribile nella cassetta della posta di chi ci sta antipatico, disegnare la faccia della mamma quando rientriamo a casa sporchi di fango (una faccia mostruosa, sicuramente!). Un libro per “far la guerra ai mostri” – dice l’avvertenza iniziale – armati di tutto punto di colori, forbici, ecc., ma scommetto un libro che in realtà i mostri te li fa quasi amare, buffi come sono, che stian seduti sul gabinetto o in fila dentro un aereo che puoi inviare molto molto lontano.

Con alcune chicche, tipo “Taglia questo mostro in pezzi. Portalo dal tuo macellaio”, il libro funziona anche in laterale: è infatti possibile, con una sfogliata veloce scegliere l’attività da fare proprio come su un catalogo (si va da Mostrologia a Foto di famiglia, da Wanted! a Pioggia di cacca). Confesso di aver riso da pazzi solo a sfogliarlo e di avere una predilezione per l’attività Chiri-Chiri, ovvero “Fissa con lo scotch le zampe di questo mostro e fagli il solletico”: questa si può fare anche dal vero, con i mostri quotidiani 🙂

L’album è una delle prime quattro proposte della nuova collana ElectaKids, dedicata ai bambini per “giocare all’arte” tra activity book, favole e libri artistici e di cui nella prossime settimane vi presenteremo gli altri titoli.

Deliziatevi col sito di Boutin. Qui trovate altre informazioni e altre sue illustrazioni.

Arnaud Boutin, Il mio album dei mostri. 150 mostri da ritagliare, scarabocchiare e altre diavolerie (trad. di Anna Della Valle), ElectaKids 2012, 160 p., euro 12,90

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: