Una parola dopo l’altra

15 Feb

Certe cose arrivano con il quattro. In quarta elementare, il quarto giorno del quarto mese dopo le vacanze di Natale, una scrittrice famosa venne a incontrare la nostra classe.

Dice Patricia MacLachlan che questo libro è nato quando le chiesero di scrivere sulla scrittura e sulla vita dello scrittore. Rendendosi conto che era un argomento di cui parlava sempre coi bambini che incontrava o che le scrivevano, ne nacque non un saggio ma una storia. Nasce così la figura di Ms. Mirabel che incontra una classe e si ritrova a rispondere prima alle solite domande (da “hai sempre voluto fare la scrittrice?” a “quanto guadagni?”), poi a trascorrere alcune giornate con gli stessi ragazzini a cui legge dei brani e a cui chiede di scrivere. Nei pensieri dei ragazzi, nelle loro frasi, nelle brevi poesie si intrecciano le piccole e le grandi cose della loro vita: la tristezza e l’albero di lillà, il cane perduto e i nuovi arrivi, le attese e i perché. Dove si dice che tutti dentro abbiamo una storia, che si può scrivere per mille motivi tra cui per salvare tutte le cose che si hanno, che le parole sono semi che la pioggia bagna e il sole scalda perché nascano le storie.

Non so a chi leggerei o farei leggere questo libro. Agli adulti, mi sa. Le piccole storie e le voci dei bambini che si intrecciano lungo le pagine e sul filo delle parole consegnate a Ms. Mirabel sono per loro. Perché se le parole hanno il potere di cambiare la vita delle persone, quel potere è legato alla capacità di ascoltare le parole, anche quelle che non si riesce a dire, anche quelle che bisognerebbe sempre esser bambini per saper dire con tanta semplice limpidezza.

Patricia MacLachlan, Una parola dopo l’altra (trad. di Stefania Di Mella), Rizzoli 2012, 107 p., euro 10.

Una Risposta a “Una parola dopo l’altra”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Quel prodigio di Rex | Le letture di Biblioragazzi - lunedì, 15 febbraio 2021

    […] arriva in libreria giovedì; aspettatelo e intanto, a proposito di aprole, andate a rileggere Una parola dopo l’altra e Le parole di mio padre, Premio Andersen 2020 come miglior libro 9-12 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: