La voce dei colori

23 Dic

More about La voce dei coloriCon quale libro augurare buone feste e avviarsi verso un un nuovo anno di proposte e di recensioni?

Con l’albo rimasto per settimane sul tavolo, sempre primo tra le recensioni da inserire, sempre ultimo ad essere scelto. Perché nella sua essenzialità dice tutto e trovo difficile poter aggiungere qualcosa. Raccontarlo semplicemente del resto è impossibile: non c’è una vera storia, una trama; è una poesia che si dipana lungo un percorso, lungo una strada, lungo le coloratissime immagini di Jimmy Liao, così realistiche e nello stesso tempo magiche. Il percorso è quello di una ragazza che sta progressivamente perdendo la vista e che, armata di canonico bastone bianco, di grandi occhiali scuri, di uno zaino rosso e un ombrello giallo, si avvia sulla strada della propria immaginazione e nei meandri del suo handicap. Comincia il suo viaggio nel giorno del suo quindicesimo compleanno. L’inizio del percorso e della malattia è un discendere nei corridoi della metroplitana, andando poi da una stazione all’altra, cercando di capire in che direzione vada il treno, perdendosi in mondi fantastici. Un viaggio che la porta a prendere il sole sul dorso di una balena, a nuotare coi pesci, a raccogliere mele rosse, tra il vento, la pioggia, in stanze ricoperte di libri e in altre piene di sedie su cui accomodarsi per raccontarsi i sogni. Un viaggio che la fa sognare, che la sorprende con la sua bellezza: una bellezza di suoni, di imprevisti, di musiche, di speranze. Un viaggio in cui cambiare stazione, visitare luoghi sconosciuti, risalire e volare su una casa sull’albero. Lasciandosi sorprendere, sempre. Un viaggio dove non c’è mai il buio, dove può bastare il fruscio delle ali di una farfalla a fare luce.

Il libro ha ispirato un musical e un film che in Asia ha avuto un grande successo: qui il trailer originale.

Jimmy Liao, La voce dei colori (trad. di Silvia Torchio), Edizioni Gruppo Abele 2011, 128 p., euro 18

Per continuare nell’universo di Jimmy Liao, questo è il suo sito: http://www.jimmyspa.com/; poi potete andare sul blog Animalarium (così aggiungiamo un altro consiglio, è un blog che vi stupisce ad ogni post) e vedere la versione integrale di A fish with a smile, l’animazione che nel 2007 vinse il primo premio al Berlino Film Festival. Qui invece potete guardarvi A chance of  Sunshine. Sul sito di Barbara Fiore Editora potete trovare molti dei suoi libri e una novità in arrivo. Questa, con cui vi facciamo gli auguri:

2 Risposte to “La voce dei colori”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Una foresta di sogni « Le letture di Biblioragazzi - giovedì, 1 marzo 2012

    […] Il post di Caterina  sull’unico libro di Jimmy Liao pubblicato in Italia. A Fish with a Smile segnalato da Anna Castagnoli Associazioni in libertà: Il film Sogni di Akiro Kurosawa su Wikipedia Il film della Collina dei conigli di Martin Rosen CondividiFacebookTwitterRedditLinkedInStumbleUponDiggStampaEmailLike this:LikeBe the first to like this post. […]

  2. Abbracci | Le letture di Biblioragazzi - martedì, 4 agosto 2015

    […] i loro colori a colpire i lettori, come avviene negli altri libri dell’illustratore (assaggi qui e là e qui), ma in questo caso è il fatto stesso di sfogliare il medesimo libro del leone: il […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: