Le emozioni difettose

25 Nov

More about Le emozioni difettoseI suoi movimenti creano vortici di granelli di polvere visibili alla luce del sole che entra dalla finestra. La nostra essenza è in questa stanza, il prodotto anatomico della scomposizione di due ragazze nei loro elementi costitutivi: paura, coraggio, solitudine. Continuo a sentire il rumore del bicchiere che si infrange e le sue schegge penetrare il sottile strato di brina che avvolge il mio cuore.

Tutto questo libro corre sul filo della chimica: nei titoli dei capitoli trovate legami covalenti e neutralizzazione, radicali liberi e collisioni elastiche, elementi vari e consigli per la sicurezza nel maneggiarli. La protagonista, Kate Malone, è infatti un asso in questa materia che non solo è la sua preferita, ma è la carta vincente che la proietterà al MIT, l’unica università in cui ha fatto domanda di ammissione. Perché Kate vuole il meglio, perché Kate è convinta di farcela, perché Kate prova ogni notte la sua resistenza correndo a più non posso. Corre per mettere a tacere il dolore della perdita della madre, corre per far star zitte Kate Buona e Kate Cattiva che si apostrofano dentro di lei, corre per resistere al sonno e per far stare nella giornata tutte quelle incombenze familiari di cui si sente in dovere. Corre per andare oltre i limiti, al di là del muro, per non pensare. Quando però un incendio nella casa dei vicini innesca una serie di incidenti e convivenze forzate che la mettono davanti alla realtà (a quella sul suo futuro, ma anche al quotidiano che intorno a lei si vive), Kate deve fermarsi. Ritratto splendido di adolescenti a cui Laurie Halse Anderson ci ha già abituati in Speak.Le parole non dette e in Wintergirl. Con una istruttiva descrizione di un ultimo anno di liceo e delle pressioni che i ragazzi statunitensi vivono nell’attesa di notizie di ammissione a università prestigiose.

Laurie Halse Anderson, Le emozioni difettose (trad. di Sara Reggiani), Giunti Y 2011, 299 p., euro 14,50

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: