Bedtime story a chi?

22 Nov

Pronti per un viaggio psichedelico?
Ecco una possibile versione della “trama” di Wonder Bear. Fratello e sorella seminano il loro orticello e si mettono a dormire. Lei, pragmatica, ha piantato cocomeri; lui, sognatore, cappelli. Cosa nascerà nel cuore della notte? Una pianta di cappelli, che domande! Una pianta che porta in frutto un orso col cappello. Che si presenta con l’inchino. E i bambini sono troppo incuriositi dal suo copricapo: che cose c’è là dentro? Ma una truppa di divertentissime e pazzerellone scimmiette. Possono starsene buone buone? Mannò, schizzano in aria, fanno piramidi in cielo, vengono raggiunte da una bambina sparata da un cannone acceso da un orso delle meraviglie (nato in un campo di cappelli). E poi, che può farci un orso con un cappello? Ma delle bolle di sapone, non di quelle normali, a forma di leone. E i leoni possono trattenersi dal mangiare le scimmiette? Giammai. Prima o poi, però, le bolle di sapone scoppiano e le scimmiette atterrano su un telone dei pompieri tenuto dal nostro orso e da fratello e sorella.
Che altro può avere un orso nel cappello? Ma delle erbe magiche (?), signori, che se ci soffia sopra fanno librare nel cielo tante bellissime creature del mare. Foche, delfini, mante, capidogli, polipi e pesciolini. Due bambini, che hanno seminato cocomeri e cappelli, si meritano di farci un giro sopra e di volare in compagnia delle giocose scimmiette, fino ad arrivare alla luna. Si è fatto tardi e anche due bambini spregiudicati hanno sonno, seppur in volo su un delfino incoronato. Appena il tempo di una nuotata su una manta in braccio al loro orso e poi si torna a casa. Una scimmia gli rimbocca una coperta, le altre salutano gli amici del mare e, una a una si tuffano nel cappello, orso compreso. Chissà dove andrà l’orso delle meraviglie?

Wonder Bear è un silent book cartonato di grande formato, verticale, pazzo, fresco, dinamico fino a dare le vertigini. Costruito su una palette minimale (arancio, verde, nero  e blu) con tinte piatte e figure anni ’70, non limita le possibilità di movimento, le rende circensi, spettacolari. Orchestra le dispettose scimmiette e il portentoso orso sotto lo sguardo ammutolito di una coppia di fratelli su texture di riccioli, piante tropicali e cieli stellati.

In qualche modo gli orsi ricordano i protagonisti della Famosa invasione degli orsi in Sicilia  e le scimmie Zizì di Munari. La sensazione di volare che si può sentire sfogliando queste pagine mi ha fatto pensare al film d’animazione Dragon Trainer, allUltimo elfo  e (solo un pochino) a Porco Rosso. Tutto, nella notte, nel sogno, può esplodere di felicità, nascondere un gioco, uno scherzo, un’illusione.
Non si può fare a meno di chiedersi se alla sveglia, l’indomani, i due fratelli saranno delusi dal veder nessun cappello cresciuto nei fiori dell’albero e, soprattutto, se c’è la benché minima speranza che un bambino in carne e ossa, dopo aver viaggiato con la fantasia per cieli e mari sulla scia di un’orda di scimmiette arancioni, sia disposto ad appoggiare la basetta al cuscino. Forse nella speranza di veder crescere una pianta di Gormiti accanto ai fagioli nel cotone?

Il sito dell”autrice Tao Nyeu
La scheda libro
su Templar publishing.
Tao Nyeu, Wonder Bear,  Templar Publishing, 48 pp., £ 10.99

Una Risposta to “Bedtime story a chi?”

  1. Matteo Uggeri giovedì, 24 novembre 2011 a 10:24 #

    Adoro questo libro! A tratti poi è veramente psichedelico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: