Uno per due

20 Set

More about Perso e ritrovatoCi sono dei genitori scellerati che pensano di essere divertenti e originali quando scelgono i nomi dei loro figli neonati (quelli, tanto per capirci, che costringono persone a trascinarsi dietro per tutta la vita combinazioni di nomi tipo Luciano Luciani o quelli che battezzano Marco il loro figlio quando di cognome fa Polo). I genitori dei protagonisiti di questa storia, davanti ai loro due gemelli identici in tutto tranne che per un piccolo neo sulla caviglia, non trovano di meglio che battezzarne uno Jay Ray e l’altro Ray Jay. Così è immediata la confusione dell’ufficio della nuova scuola quando, dodicenni, i gemelli, si trasferiscono in una nuova città. Il primo giorno di scuola Ray è malato, ma è anche scomparso dal registro: viene chiamato all’appello solo Jay che in poco tempo si accorge dello sbaglio: a scuola è registrato un solo ragazzo Grayson! Perché allora non approfittare dell’errore e provare a essere uno e basta? I gemelli Grayson sono sempre stati insieme in classe, nelle squadre sportive, nei gruppi di amici. Hanno condiviso tutto, complice anche l’incredibile somiglianza. Eppure ognuno di loro vorrebbe essere una persona e basta, vorrebbe essere se stesso, vestirsi come gli pare, essere chiamato per nome, essere insomma un singolo. Comincia così l’esperimento: si alterneranno a scuola a giorni alterni, con tutti i problemi del caso (uno è bravissimo in matematica e l’altro no, a uno piace Melissa e l’altro la trova bella come… un facocero e così via). Divertente riflessione sulla libertà di essere se stessi, singoli individui del tutto autonomi da chiunque altro. E sulla capacità di osservazione di chi non solo guarda, ma vede e si rende conto delle differenze che esistono anche tra due gocce d’acqua.

Il sito dell’autore.

Andrew Clements, Uno per due (trad. di Serena Paizza), Bur ragazzi 2011, 188 p., euro 7,90

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: