L’elefante del mago

3 Dic

More about L' elefante del mago

E se? Perché no? Sarebbe possibile?

Questo è un libro sul “se fosse” e sul “sarà”, sulle cose che diventano vere anche se sembrano impossibili e lo diventano perché ci si crede talmente che la speranza vince l’impossibile. Un paio di secoli fa, nella città di Baltese, alcune persone sperano che si verifichino avvenimenti al limite del credibile, al limite del miracolo. Un mago vorrebbe fare la magia della vita, quella così incredibile che si realizza una volta soltanto. Peter, orfano che vive con un soldato che in guerra ha perso la ragione, vorrebbe ritrovare la sorellina che dicono morta. Un poliziotto speranzoso vorrebbe dei bambini ad allietare la sua casa. E quando il mago si concentra in teatro per fare la magia più magia allora gli ingranaggi della possibilità cominciano a muoversi e il destino prende vita: perché al posto del mazzo di fiori con cui omaggiare una nobildonna, il mago fa comparire… un elefante. Un elefante che rompe le gambe della nobildonna e la costringe in sedia a rotelle, che porta all’arresto del mago, a un verbale di polizia, all’invidia di un’altra nobile che decide di prendersi l’elefante in casa e metterlo in mostra. Un’indovina aveva predetto a Peter che seguendo un elefante avrebbe ritrovato la sorella. La piccola Adele in orfanotrofio aveva sognato un elefante che l’avrebbe portata “nel posto a cui apparteneva”. L’elefante è la chiave di tutto: un triste elefante nostalgico di casa, messo in vetrina come attrazione per il popolo. Rimane solo da fare combaciare i vari pezzi, i vari destini, incorciare le strade diverse per ottenere la vera magia. Ma tutto, non dimenticate, è possibile.

Sembrava tutto troppo impossibile per essere accaduto realamtne o per essere stato vero. Eppure accadde.

Sul sito dedicato al libro potete anche scaricare un poster con una delle immagini più suggestive del libro: Peter che sussurra all’orecchio dell’elefante. Sul sito dell’illustratrice potete vedere tutti i suoi lavori; questo invece è il sito personale di Kate DiCamillo, autrice de Lo straordinario viaggio di Edward Tulane.

Una piccola nota. Effetti del traduttore automatico: nel risvolto di copertina si parla Maltese: non è una città-cioccolatino, non prende nome dalla razza canina né dal personaggio di Hugo Pratt, la città in cui si ambienta la storia si chiama Baltese.

Kate DiCamillo – ill. Yoko Tanaka, L’elefante del mago (trad. di Stefania De Franco), Giunti junior 2009, 210 p., euro 14,90.

Una Risposta a “L’elefante del mago”

  1. patrizia luperini mercoledì, 21 settembre 2011 a 14:12 #

    Libro semplice nella storia ma molto profondo, che colpisce molto i bambini. La profondità è dovuta soprattutto al fatto che la famiglia e gli affetti sono ricercati disperatamente da tutti i personaggi. Ogni singolo protagonista della storia, anche l’elefante, alla fine trova la sua strada e la sua felicità.
    Bellissimo libro da leggere tutti insieme la sera prima di addomertarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: