Il coltello che mi ha ucciso

15 Giu

Più riguardo a Il coltello che mi ha ucciso

Tenere gli occhi bassi, perché gli altri ti lascino in pace. A scuola soprattutto, dove Paul non fa parte di nessun gruppo, di nessuna banda. Ma improvvisamente un mattino Paul reagisce a uno scherzo della banda di bulli ed entra in gioco: a testa alta, con occhi di sfida, a volte incerto, a volte sospinto dalla rabbia, altre volte frenato dalla paura. Paul alza lo sguardo e comincia a vedere: il comportamento dei bulli, le loro violenze, la crudeltà di certi insegnanti, la vita dei suoi genitori, il gruppo di ragazzi che sta ai margini perché si comporta in maniera differente. Paul alza lo sguardo e reagisce: in bilico tra i due mondi. Tra chi lo vorrebbe in squadra e gli regala un coltello pronto all’uso negli scontri tra bande e chi sta in uno scantinato ad ascoltare musica, a vedere film di cui lui non ha mai sentito parlare. Questo è un romanzo necessario e asciutto, dove la narrazione in prima persona del protagonista ci trascina nella spirale di violenza che porta verso il culmine finale, accompagnandoci con l’immagine di quel coltello che sta per arrivare a segno. Un romanzo sul bullismo, diranno molti in questi tempi di etichette, in questi tempi in cui il bullismo è un argomento così gettonato anche tra gli scrittori per ragazzi. Questo è un libro sul disagio, sulla violenza, dove non sempre i bulli sono i ragazzi del branco: le pagine che ritraggono il comportamento di certi insegnanti sono tanto dure quanto vere quanto imbarazzanti (perché sappiamo benissimo che ciò succede, anche se non dovrebbe accadere).

Anthony McGowan, Il coltello che mi ha ucciso (trad. di Maria Concetta Scotto di Santillo), Rizzoli oltre 2009, 234 p., euro 14,50.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: