Il bambino che si arrampicò fino alla luna

19 set

More about Il bambino che si arrampicò fino alla lunaNon si preoccupi – disse Benjamin – Un ragazzo come questo non può cadere, non con delle idee come le sue e un amore come il vostro

A volte si comincia con un’aspettativa, anche senza volerlo, anche senza dirselo. Semplicemente ci si aspetta di trovare “una cosa così”, senza manco sapere bene come sia. Sfogliando le prime pagine di questo romanzo, o forse meglio lungo racconto, di David Almond, mi portavo dietro tutti gli spigoli e le meraviglie dei suoi precedenti romanzi, in particolare La storia di Mina e così sono rimasta spiazzata. Tutta un’altra cosa, surreale e visionaria, tanto che vorrei al più presto sentire il parere di qualche ragazzino lettore.

Un mattino un ragazzino timido e solidario di nome Paul, che vive nel seminterrato di un grande palazzo, sale al ventinovesimo piano per andare a toccare il cielo. Incontra gli strani abitanti del palazzo, finisce nel giardino di Benjamin (che ha vissuto a lungo con un sacchetto di cartone in testa e ha conosciuto la guerra) e, spinto a dire qualcosa, sostiene che la luna non sia una luna ma un buco nel cielo. Teoria tanto apprezzata da dover essere verificata. Così via, risalita del palazzo muniti di lunga scala, arrampicata fino a sedersi sul bordo del buco e a scivolarci dentro, per tornare in compagnia e con gli occhi pieni di tutto quel che c’è di là.

Oggi facciamo tris: il sito dell’autore, la pagina dell’illustratore e il sito della traduttrice!

David Almond – ill. Federico Appel, Il bambino che si arrampicò fino alla luna (trad. di Guia Risari), Salani 2012, 109 p., euro 11, ebook euro 7,99

About these ads

Una Risposta to “Il bambino che si arrampicò fino alla luna”

  1. yu sabato, 22 settembre 2012 at 09:48 #

    L’ho letto ieri sera tutto d’un fiato.Non riuscivo a smettere finchè non sono arrivata all’ultimo rigo (”Che bel quadretto verrà!”).Ancora non so dare un parere…ma sono solo un adulto :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.388 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: