Le vetrine del paradiso

10 set

More about Le vetrine del paradisoTutto cambia quando si compiono tredici anni. (…) Vai a finire tra gli strappati. E quanti hanno avuto uno strappo con il passato, e che a questo punto sono detti adolescenti, vivono in una giungla, e nella giungla non vigono regole.

L’adolescenza per voce di Brina, una – per sua stessa ammissione – di cui ci si può fidare, che va a scuola anche con 40 di febbre con tutti i libri nello zaino e i compiti fatti. Una scuola in cui insegnano a comportarsi come si deve nella fase dell’adolescenza, ad accettare che gli arti si allunghino e che la voce sbalzi di tono in mezzo a una frase. I tredici anni in cui cresci, ti trovi contro quella che è sempre stata la tua migliore amica e vivi in una città che è tutto un altro posto rispetto a quello in cui vivono i tuoi genitori o tuo fratello di otto anni (che sta proprio su un altro pianeta). A Brina quello strappa detto adolescenza fa pensare al disgelo primaverile che apre crepe in un mare di ghiaccio e all’oscurità che attende di sotto. La sua oscurità è fatta di un gruppo di ragazzi della scuola capitanati dalla sua ex migliore amica che si divertono in un crescendo di atti di bullismo; di una soffitta-rifugio in cui ad un certo punto arriva un ospite indesiderato; di un ragazzo di nome Puma che vive da sempre confinato all’interno del Grande Magazzino, dove è sempre estate, dove c’è a disposizione ogni cosa tu desideri. Per aiutare Puma ad uscire dalla sua gabbia dorata e a scegliere, comincia la caccia al Guaritore, che semina delle tag sui muri della città.

Una storia di corsa, sopra e sotto le strade della città, lungo il fiume, tra i barboni, nelle aule di una scuola che veste i suoi alunni tutti uguali per mettersi al servizio del Grande Magazzino. Dove Brina incontra India, che viene dritta dritta dal precedente romanzo di Seita Parkkola, il bellissimo L’ultima possibilità. Una storia dove tutto cambia quando si compiono quattordici anni.

Seita Parkkola – ill. di Jaki Ikonen, Le vetrine del paradiso (trad. di Nicola Rainò), San Paolo 2012, 351 p., euro 19,90

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.334 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: