Cuori di carta

6 ago

More about Cuori di carta

Sai, Dan, vorrei che anche il mio cuore fosse di carta per metterlo tra le pagine del libro e farlo arrivare fino a te. Così potresti leggere cosa c’è scritto sopra, perché io non sono capace di dirtelo. 

La storia si apre in una biblioteca vuota e silenziosa, con un messaggio lasciato tra le pagine di un libro che nessuno legge mai, Puck il folletto, e un invito a rispondere rivolto a chiunque lo troverà. Comincia così il dialogo tra un ragazzo e una ragazza che ben presto scelgono di chiamarsi Dan e Una, come i protagonisti di Puck, e di raccontarsi e svelarsi tramite i messaggi nel libro, fedeli alla consegna di non incontrarsi e di andare in biblioteca uno nelle ore pari l’altra nelle ora dispari.  Seguiamo così le loro vite e il loro innamorarsi, ma anche il mistero che avvolge il luogo dove vivono: l’Istituto, uno dei tanti organizzati per eliminare i difetti della personalità degli adolescenti, un luogo dove si vive in sezioni, si indossa una divisa, dove non ci sono specchi, la temperatura è costante a 20 gradi e ogni sera viene data ai ragazzi una pastiglia che cancella i ricordi (non vi ricorda quella che prendevano Tom, Hana e gli altri bambini in Bambini nel bosco?). Cosa nasconde il deposito? Qual è la vera natura del progetto che coinvolge gli Istituti?

Attraverso le voci di Dan e Una la ricerca di indizi e la scoperta del passato reciproco, l’amicizia, la fatica di farsi vedere per quello che si è davvero, l’aver vissuto per troppo tempo sulle spalle le aspettative altrui, una certa idea di imperfezione.

Se volete leggere un altro romanzo basato su messaggi scritti tra sconosciuti (questa volta un taccuino nascosto tra gli scaffali di una libreria) non badate a bruttezza di titolo e copertina e sfogliate Come si scrive ti amo; se volete leggere il migliore tra i romanzi a due voci, tra bigliettini e scoperte, Ciao,tu di Beatrice Masini e Roberto Piumini, Rizzoli; se invece volete leggervi le storie di Puck un’edizione integrale Newton Compton appena uscita raccoglie  Puck il folletto e Il Ritorno di Puck di Kipling in edizione integrale.

Avvertenza: in questo romanzo, a volte è difficile distinguere i messaggi di Una e di Dan perché spesso sono senza firma e, pur essendo, un botta-e-risposta non è sempre facile individuare le due voci con un solo capoverso di stacco… la grafica non aiuta, ma pian piano ci si fa l’occhio.

Elisa Puricelli Guerra, Cuori di carta, Einaudi Ragazzi 2012, 213 p., euro 10

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.363 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: