L’estate in cui diventai famosa

16 lug

More about L'estate in cui diventai famosa. (E i miei genitori non se ne accorsero!)Ci sono uomini sapienti che ogni notte si arrampicano in cima a delle torri per osservare la luna con dei cannocchiali. Io guardo semplicemente sott’acqua. è molto più bello. Così la luna non la guardi soltanto, ci nuoti anche un pochino dentro. Lo farò ogni notte. Guardarelalunasottacqua.

Volete ridere di gusto in modo bello? Ecco un libro a fagiolo: si legge velocemente, è una storia un po’ surreale e molto ironica. Il titolo originale è “erba gialla”, proprio come quella che Sophie, undici anni, scopre un mattino affacciandosi dalla sua piccola tenda mimetizzata ai bordi del campeggio: su quel quadrato d’erba c’era la tenda dei suoi genitori che ora sono evidentemente partiti per tornare a casa, dimenticandosi di lei come si sono scordati la bacinella dei piatti e gli strofinacci rossi. Per un attimo la ragazzina maledice il fatto di non aver scelto una tenda glitterata, poi decide di farsi vedere: il modo migliore le sembra quello di arrampicarsi in cima alla torre del castello che ha visitato il giorno precedente insieme al padre, trascinandosi dietro un albero su cui issare la sua maglietta fucsia. Vuoi che i suoi genitori non la vedano nello specchietto retrovisore dell’auto? A vederla invece è un bambino che sventola maglia rossa attaccata a un bastone: si chiama Jan-Antoine ed è appena scappato in cerca di libertà visto che sua madre non gli permette di far nulla.

Tra fuga e ricerca, tra insulti e amicizia, tra un “non ce la faccio” e un “puoi farcela anche tu”, le due giornate dei ragazzini che si sentono in vacanza da soli insieme. Dove si ride, si scappa, ci si infila in una torta con venti colombe, si impara che nuotare fa bene ai muscoli della mascella e che per fermare la ridarola devi metterti un calzino appallottolato in bocca (provare per credere!).

Il sito di Simon van der Geest (in olandese…).

Simon van der Geest, L’estate in cui diventai famosa (e i miei genitori non se ne accorsero!), (trad. di Dafna Fiano), Salani 2012, 108 p., euro 9

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.207 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: